→ @GabrieleLoPiccolo.ComunicazioneMusicale – @mariobargnaofficial – Disponibile in digitale e in radio il nuovo singolo dal titolo #106miglia, il brano che segna il ritorno di #MarioBargna

MARIO BARGNA

Disponibile in digitale e in radio il nuovo singolo dal titolo

106 miglia

Il brano segna il ritorno di Mario Bargna: “un viaggio lungo 106 miglia per festeggiare il 40° compleanno dei Blues Brothers!”

106 miglia” (Neverending Music) è il nuovo singolo di Mario Bargna, in uscita in digitale e in radio domani, venerdì 24 luglio. Il brano segna il ritorno del cantautore: “un viaggio lungo 106 miglia per festeggiare il 40° compleanno dei Blues Brothers!”

106 miglia”, infatti, è la storia di chi ancora crede, di chi lotta per qualcosa, di chi raggiunge la consapevolezza che per riuscirci è fondamentale amare ed essere amati. È un viaggio che trae carburante dalla leggendaria citazione tratta da uno dei miei film preferiti, The Blues Brothers, “It’s a 106 miles to Chicago, we’ve got a full tank of gas, half a pack of cigarettes; it’s dark and we’re wearing sun glasses. Hit it!”: “volevo umilmente omaggiare anche io, a mio modo, il quarantesimo anniversario dall’uscita nelle sale cinematografiche, nel giugno del 1980 negli Stati Uniti e il 13 novembre dello stesso anno in Italia, di uno tra i cult più amati anche da noi musicisti”, racconta Bargna.

Il bello prosegue è stato che dopo qualche anno di ‘galera’ discografica, (inattività), come nel film (e nonostante il difficile periodo di LockDown), la missione per concretizzare “106 miglia”, mi ha portato come Jake ed Elwood, a rimettere in piedi la banda e al mio appello hanno risposto una vasta schiera di amici. Andrea Trapasso (Arte del Suono), già produttore artistico di diversi miei lavori passati quando ero in piena attività con i Succo Marcio. I musicisti comaschi Tony Princiotta (chitarrista), Matteo Cattaneo (chitarrista), Giuliano Ros (bassista), Diego Grippo (batterista), Andrea Ragona (tastiere). E ancora, Andrea Varolo (DooBop Studio), passando per il chitarrista italo/svizzero Luca Princiotta (DynArt Studio), da Stefano Lombardo (anche lui prduttore/cantautore ligure), sino ad arrivare ad Andria in Puglia da Francesco Dettole (Frumstudio).

Nel videoclip, in uscita a breve, viene rappresentata: “una piccola ‘festa di compleanno’ dedicata ai Blues Brothers, ripresa da Edmondo Canonico all’interno dell’Officina della Musica (Como), associazione culturale di cui sono parte integrante, che lotta con passione e sudore per riportare musica e cultura di qualità in città.”

www.mariobargna.itio@mariobargna.it

www.youtube.com/muoreilgiorno – www.instagram.com/mariobargna

www.Facebook.com/mariobargnaofficialhttps://open.spotify.com/search/mario%20bargna

MARIO BARGNA – BIOGRAFIA

MARIO BARGNA nasce il 13 aprile 1981 ad Intimiano, un piccolo paese della provincia di Como.

Chitarrista/voce dei, Succo Marcio, una tra le band indipendenti più cliccate e seguite sul web dei primi anni 2000, abbozza giovanissimo il suo percorso artistico e discografico all’interno della scena musicale italiana.

Nel 2000 infatti, i Succo Marcio, vengono invitati a salire sul palco da Billy Joe Armstrong, leader dei Green Day, durante un loro showcase ai Magazzini Generali di Milano. I californiani, cedono loro i propri strumenti e i Succo si esibiscono con il brano “Muore il giorno”. Il video dell’esibizione viene trasmesso da diverse emittenti televisive, la notizia fa il giro del web e questo li lancia tra le realtà più seguite e scaricate da internet del panorama emergente italiano. Con i Succo, Mario cresce, pubblica tre album e vive le sue prime esperienze mediatiche di rilievo, ospitate televisive, Dj in alcuni programmi radiofonici e Vj sul, allora emergente, canale musicale RockTv. Gira in concerto Italia e Svizzera (da ricordate le tante performance tra gli ospiti nelle tappe dell’I-Tim Tour, del M.E.I., di Rock Targato Italia, ecc..), coronando un sogno nel giugno 2005 con l’esibizione sul main stage dell’Heineken Jammin Festival di Imola insieme a Green Day, R.E.M. e Garbage, concludendo l’anno con un’ennesima tournè per tutta la penisola a cura del colosso Clear Channel (Milano Concerti).

Nell’autunno 2006 è forte per Mario l’esigenza di dare vita ad un nuovo progetto per esprimere il lato più cantautorale della sua scrittura. Il sogno si concretizza il 1 febbraio 2008, dopo l’esordio radiofonico dei brani “Seguimi sulla A14” e “Morrison Hotel”, con l’uscita di “Prova a prendermi”, il primo lavoro da solista, dieci brani autobiografici in cui viene descritta con malinconia, semplicità e un tocco di poesia, un adolescenza oramai trascorsa che apre le porte a pensieri e concetti più intimi e maturi. Il sound amalgama l’energia del punk suonato per anni con le atmosfere più delicate del rock. L’album, prodotto da Toto Gatti, impreziosito dalle collaborazioni artistiche di Umberto Iervolino, Enrico “Kikko” Palmosi, Alberto Fortis, Gatto Panceri, Lele Melotti, Lorenzo Poli, Giorgio Secco, Stefano Brandoni, Francesco Corvino, Paolo Pettini e Rossano Eleuteri; permette Mario di vivere esperienze mediatiche e di palcoscenico anche di discreto rilievo consentendogli di maturare ed arricchire ulteriormente il suo bagaglio artistico: tra le più significative sicuramente l’ospitata da Omar Pedrini a CdLive su Rai2 e il live+intervista da Red Ronnie allo storico Roxy Bar di Bologna, contornate da un tour italiano a cura di Barley Arts.

Nel 2010 partecipa ad Area Sanremo e alle selezioni per la categoria giovani del festival di Sanremo con il brano inedito “Bombardare la luna”, non riuscendo a guadagnarsi un posto sul palco dell’Ariston. Tuttavia la bella e particolare esperienza, alimenta nuovamente la fiamma e lo riporta ad un intensa fase dedicata alla scrittura, inframezzata da sporadici concerti e da una reunion tour con i Succo Marcio.

Fondamentale sarà l’incontro con Lele Battista, cantautore e produttore milanese, con cui il feeling è da subito entusiasmante ed in quattro e quattr’otto, dopo una prima scelta, iniziano le registrazioni del secondo album “L’Atomo e l’Amore”. Anche questa nuova avventura, è supportata da collaborazioni importanti: Valerio Ziglioli “Tao”, Silvio Centamore, Giuseppe Fiori, Giorgio Mastrocola, Beppe Pini, Matteo Cattaneo, Marco Zischka e Claudio Ferrante.

A pochi giorni dall’uscita di “Monsieur Danton”, primo singolo estratto dall’album, una giuria di qualità dell’emittente musicale MTV elegge Mario Bargna “artista della settimana” nella categoria New Generation, premiando il brano/video ‘Monsieur Danton’, pubblicando di lui, sui portali ufficiali dell’emittente. Il brano approda anche in radio raggiungendo ottime posizioni nella classifica M.E.I. e consente a Mario di iniziare il 2014, tornando a raccontarsi al pubblico.

uccessivamente altri due singoli estratti, “Come un terremoto” e “Libera e inafferrabile” fanno da preludio ad una serie di concerti nel nord Italia/Svizzera, che si conclude con l’esibizione sul prestigiosissimo palco di Eataly Smeraldo (Ex teatro Smeraldo) di Milano all’interno della festa celebrativa della storica Fiat 500.

L’8 febbraio 2016, Mario diventa papà di Bianca, questa meravigliosa esperienza lo avvolge completamente e lo incoraggia ad arricchire ulteriormente la sua passione per la musica, buttandosi a capofitto in un esperienza molto stimolante e coraggiosa in una città come Como, la neonata associazione culturale musicale “L’Officina della Musica”, lavorando e contribuendo in prima persona al ritorno in città di molti grandi artisti e musicisti, italiani ed internazionali, dal jazz al cantautorato e in breve tempo quindi, consolidare l’Officina, come realtà di riferimento culturale a 360 gradi.

Parallelamente Mario, in attesa di concretizzare nuovi album, continua a scrivere canzoni dando aria al suo progetto con qualche concerto e qualche condivisione sui social, tra cui il brano “Quota 17318 piedi” e una recente rivisitazione del brano “Non mi piace”, contenuto nel secondo album dei Succo Marcio, suonato anche sul palco dell’Heineken jammin Festival nel 2005.

@GabrieleLoPiccolo.ComunicazioneMusicale #GabrieleLoPiccolo #musica

@mariobargnaofficial #106miglia #MarioBargna

Condividi: