→ Ai Campionati Italiani di Sumo 2021 svoltisi a Milano presso la palestra Pini si sono sfidati 36 atleti provenienti da 4 società si sono sfidati per conquistare il titolo italiano..(TW: @FijlkamOfficial – FB: @Fijlkam)

Sumo: ecco i campioni del 2021

Si sono conclusi i Campionati Italiani di Sumo 2021, in scena a Milano presso la palestra Pini, domenica 19 settembre. Trentasei atleti provenienti quattro società differenti si sono sfidati per conquistare il titolo italiano.

Ecco i nuovi campioni:

Under 17 Uomini

Pesi leggeri: Giorgio Gregori (Judo Club Milano) 

Pesi massimi: Pierpaolo Marcozzi (Judo Club Porto san Giorgio)

Under 18 Donne

Pesi Massimi: Giorgia Pezzi (Polisportiva Genovese Shodokan)

Assoluti Donne

Pesi Leggeri: Arianna Vettori (Judo Club Milano)

Pesi Medi: Jennifer Proctor (Polisportiva Genovese Shodokan)

Assoluti Uomini

Pesi Leggeri: Giovanni Sanzone (Judo Club Milano)

Pesi Medi: Tommaso Foti (Polisportiva Affori Milano)

Pesi Supermedi: Mattia Quaranta (Judo Club Milano)

Pesi Mediomassimi: Federico Cavanna (Polisportiva Genovese Shodokan)

Pesi Massimi: Christian Formentin (Judo Club Milano)

Gara a squadre Femminile: Judo Club milano (Meinardi, Vettori, Carnelos) 

Gara a squadre Maschile: Polisportiva Genovese Shodokan (Chukwu, Pallavicini, Cavanna)

Master Femminile

Pesi Massimi: Maria Bertola (Judo Club Porto san Giorgio)

Classifica Generale Società: 1 Judo Club Milano; 2 Polisportiva Genovese Shodokan; 3 Polisportiva Affori Milano; 4 Judo Club Porto san Giorgio

Il Maestro Giuliani (Presidente della Commissione Nazionale Sumo) ha presenziato alla manifestazione e si è detto più che soddisfatto, come il Maestro Riccardo Zambotto, Presidente del Comitato Regionale Lombardo, che ha sostenuto la manifestazione in modo determinante.

Si ringrazia il Maestro Zanesco della scuola di judo Pro Patria Busto che ha messo a disposizione la palestra per sostituire la sede originale di Milano, a causa dell’inondazione di giovedì scorso.

Ultima menzione per il DT Nazionale Fausto Gobbi che, oltre a dover selezionare gli atleti per le prossime gare di Coppa Europea, ha dovuto altresì fungere da Gyoji (arbitro centrale) per l’assenza di Sergio Palumbo, arbitro mondiale impegnato all’estero come commissario europeo.

“Le molte partecipazioni femminili – ha commentato Gobbi – fanno ben sperare in una ricostruzione veloce della squadra nazionale dopo la pausa obbligata a causa della pandemia. I nuovi nomi provenienti da Liguria e Friuli, uniti a quelli già noti della Lombardia e Marche permettono di guardare positivamente all’imminente futuro”.

Condividi: