A spasso nella Storia. Qualche passo nel Medioevo con i miei due nuovi personaggi alla ricerca del Tesoro dei Catari

E in questo inizio d’anno ecco una novità per tutti i miei lettori: a febbraio arriva il mio nuovo romanzo medievale Alla ricerca del Tesoro dei Catari ma questa volta ho voluto provare un’emozione nuova, quella di scrivere un romanzo storico ma non sentimentale.

Condividi:

E in questo inizio d’anno ecco una novità per tutti i miei lettori: a febbraio arriva il mio nuovo romanzo medievale Alla ricerca del Tesoro dei Catari ma questa volta ho voluto provare un’emozione nuova, quella di scrivere un romanzo storico ma non sentimentale. Eh, sì, cari lettori stavolta non è una storia d’amore (o meglio la storia d’amore, ops le storie d’amore perché sono più di una, non la fanno da padrone come al solito), è un’avventura, una ricerca all’inseguimento di un segreto che secoli di storia hanno celato. Ma voglio rassicurare tutti i miei lettori che questa mia incursione nel Medioevo non mi farà trascurare la saga romance Fin de Siècle, i cui personaggi hanno ancora molte storie da raccontare e (altra anticipazione per questo 2019) il nuovo volume della saga sta ormai arrivano alla conclusione della sua stesura per cui tutti tranquilli che in primavera torneranno i nostri amici vittoriani.

E visto che vi ho invitato anche oggi in questo spaccato della mia attività di scrittrice dietro le quinte vi svelo una seconda novità in merito al mio nuovo romanzo: il romanzo è scritto su due piani narrativi, quello storico e quello attuale. Ho scelto due personaggi che con la storia e con la ricerca mi sembravano adatti (un docente di storia e un’ambiziosa giornalista di New York), come li ho scelti? bella domanda. E qui arriva una confessione: Benjamin Besson (il docente protagonista) è ispirato a una persona che ho conosciuto nella realtà diversi anni fa e Neva Caldwell (la giornalista) attinge la sua curiosità e la sua ambizione direttamente dai personaggi della filmografia classica di genere (parlo di titoli come Prima Pagina).

Beh, che altro dire? per il momento nulla, tornerò presto con altre pillole curiose in attesa di febbraio, per il momento vi ricordo che il volume è già prenotabile su Amazon cliccando qui: Alla ricerca del Tesoro dei Catari.

 

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *