Sospesi tra due infiniti, Gianfranco Bertone, Longanesi

In libreria per Longanesi “Sospesi tra due infiniti” di Gianfranco Bertone, 190 pagine, euro 18,00, un saggio sulle ricerche che stanno rivoluzionando la comprensione dell’universo.

Condividi:


In libreria per Longanesi “Sospesi tra due infiniti” di Gianfranco Bertone, 190 pagine, euro 18,00, un saggio sulle ricerche che stanno rivoluzionando la comprensione dell’universo.

Ringraziamo l’Ufficio Stampa della Longanesi per averci segnalato questo libro.

Un saggio sulle ricerche che stanno rivoluzionando la comprensione dell’universo.

GIANFRANCO BERTONE
Sospesi tra due infiniti

Longanesi & C.

In libreria dal 2 maggio 2019
Pagine: 190
Prezzo: 18,00

Il vertiginoso progresso scientifico ha spalancato il nostro orizzonte su un cosmo misterioso e inaspettato, popolato di entità enigmatiche di cui sappiamo poco, come i buchi neri, o nulla del tutto, come la materia oscura e l’energia oscura. Con il suo saggio Sospesi tra due infiniti, Gianfranco Bertone ci racconta come, grazie ai passi da gigante della fisica e dell’astronomia, oggi possiamo finalmente dare risposta ad alcune delle domande più profonde che l’umanità si sia mai posta: Di cosa è fatto l’universo? Come ha avuto origine? Come si sono formate le stelle e i pianeti?
Nel febbraio 2016 è stato diffuso l’annuncio epocale della prima rivelazione diretta delle onde gravitazionali per cui è stato assegnato il premio Nobel per la Fisica nel 2017. Predette da Einstein nel 1917, le onde gravitazionali ci hanno finalmente consentito di «ascoltare» fenomeni che sarebbero altrimenti rimasti avvolti nelle tenebre dell’universo profondo. È l’ultimo regalo di Einstein all’umanità: la nuova astronomia, fondata su questa sua ennesima, formidabile intuizione, ci invita a chiudere gli occhi, a captare le vibrazioni provenienti dall’universo e a decifrare le preziose informazioni che contengono. Gianfranco Bertone guida il lettore attraverso onde gravitazionali, buchi neri e materia oscura spiegando le nuove frontiere della ricerca che propongono un modo nuovo di esplorare l’universo e svelare i segreti che racchiude.

GIANFRANCO BERTONE è il portavoce del Centro di Eccellenza in Fisica delle Gravitazioni e delle Astroparticelle, GRAPPA (Gravitation AstroParticle Physics Amsterdam), e professore all’Università di Amsterdam, dove dirige un team di ricerca che indaga su argomenti che riguardano l’interazione tra fisica delle particelle e cosmologia. Dopo un dottorato di ricerca presso l’Università di Oxford e l’Istituto di Astrofisica di Parigi, ha ricoperto incarichi di insegnamento e ricerca presso il Fermi National Accelerator Laboratory, l’Università di Padova, l’IAP di Parigi e l’Università di Zurigo, prima di trasferirsi definitivamente ad Amsterdam.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *