“Terrestri”, dalla Piccioania la call per attori per la creazione di una mise-en-espace con Tindaro Granata

Pubblicato il bando per la selezione di giovani under 35 che parteciperanno ad un percorso di ricerca condotto dal drammaturgo, attore e regista siciliano, Premio Ubu 2016 e Premio Hystrio Twister 2018.

Condividi:





Pubblicato il bando per la selezione di giovani under 35 che parteciperanno ad un percorso di ricerca condotto dal drammaturgo, attore e regista siciliano, Premio Ubu 2016 e Premio Hystrio Twister 2018.

Ringraziamo l’Ufficio Stampa per averci segnalato questo evento.

Pubblicato il bando per la selezione di giovani under 35 che parteciperanno ad un percorso di ricerca condotto dal drammaturgo, attore e regista siciliano, Premio Ubu 2016 e Premio Hystrio Twister 2017.

“TERRESTRI”, DALLA PICCIONAIA LA CALL PER ATTORI PER LA CREAZIONE DI UNA MISE-EN-ESPACE CON TINDARO GRANATA

A partire dalle parole “identità”, “libertà” e “lingua”, i partecipanti svilupperanno un percorso per la realizzazione del testo e andranno in scena al Teatro Astra il 6 ottobre.

È on line il bando “TERRESTRI”, pubblicato da La Piccionaia Centro di Produzione Teatrale per selezionare giovani attori e attrici under 35 che parteciperanno ad un percorso di ricerca condotto da Tindaro Granata, finalizzato alla creazione di una mise-en-espace che sarà diretta dallo stesso il drammaturgo, attore e regista siciliano e che andrà in scena al Teatro Astra domenica 6 ottobre.

Il percorso, il cui avvio è previsto entro la prima settimana di luglio, partirà dall’analisi delle parole “libertà”, “identità” e “lingua” e si svilupperà indagando attraverso il teatro le trasformazioni sociali in atto nella società contemporanea, legate all’assottigliarsi del rapporto dei giovani con le proprie origini e con il passato. Un progetto che nasce dalla riflessione “pensare globale, agire locale”, che vuole analizzare il rapporto tra le radici individuali e le relazioni all’interno della società, stimolare la riflessione sull’identità personale in relazione a quella collettiva e focalizzare l’attenzione sulla necessità del rispetto per le differenze. Un lavoro corale che, con la guida di uno dei più premiati talenti della scena contemporanea – tra gli altri, Premio Ubu nel 2016 come Miglior progetto o novità drammaturgica e Premio Hystrio Twister 2017 per “Geppetto e Geppetto” – vedrà il gruppo di partecipanti coinvolto anche nell’elaborazione del testo dello spettacolo. A partire da alcuni scritti originali dei partecipanti, Tindaro Granata costruirà infatti un laboratorio focalizzato sulla scrittura come atto di presa di coscienza responsabile dell’uso delle parole, parole che sono figlie della propria lingua madre.

Per presentare la propria candidatura c’è tempo fino a martedì 18 giugno, inviando all’indirizzo terrestri2019@gmail.com il modulo di iscrizione completo di lettera motivazionale, un breve video (durata max. 90 secondi) realizzato anche con il cellulare, che esprima in modo personale il significato di una a scelta tra le parole “identità”, “libertà”, “lingua”, il proprio curriculum artistico comprensivo di attitudini personali (hobbies, interessi, abilità, ecc…) e la ricevuta di pagamento della quota di iscrizione di 25 euro.

I candidati selezionati verranno informati entro il 21 giugno, mentre la prima sessione laboratoriale di due giorni con Tindato Granata è in programma tra il 5 e il 7 luglio e si svolgerà al Teatro Astra. Da luglio a settembre è previsto un lavoro a distanza, ma in stretto contatto e in modalità individuale, di Tindaro Granata con ciascun partecipante (si richiede pertanto la reperibilità via e-mail nel periodo indicato). Questa fase sarà finalizzata all’elaborazione del materiale testuale che verrà utilizzato durante la residenza con Tindaro Granata per la creazione della mise-en-espace, che si terrà, sempre al Teatro Astra, dal 30 settembre al 5 ottobre, fino ad arrivare alla presentazione pubblica del 6 ottobre. Il giorno dello spettacolo gli attori partecipanti al laboratorio verranno scritturati alla paga minima sindacale prevista per la figura di attore (livello 3) del CCNL “Cooperative e imprese sociali dello spettacolo”.

La selezione dei candidati avverrà in base all’originalità del contenuto espresso nel video (non verrà valutata la qualità tecnica), al contenuto della lettera motivazionale e alla qualità del curriculum artistico. Si valuteranno anche le attitudini personali del candidato (hobbies, interessi, abilità, ecc…). Oltre ai partecipanti al laboratorio, la commissione potrà selezionare anche alcuni uditori che avranno l’opportunità di osservare il percorso.

La Piccionaia è un Centro di Produzione Teatrale riconosciuto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e organizzato nella forma giuridica di Cooperativa Sociale. È una rete di professionisti aggregati intorno a un progetto di promozione culturale, con particolare attenzione alle nuove generazioni: un progetto educativo per raccontare e indagare il mondo contemporaneo ed elaborare nuovi significati attraverso il teatro e i linguaggi performativi con spettacoli, laboratori, eventi performativi, iniziative culturali, azioni di relazione e coinvolgimento attivo del territorio.

Informazioni:
Sergio Meggiolan – La Piccionaia Centro di Produzione Teatrale
telefono 0444 235486 – cellulare 346 0011332 – e-mail: terrestri2019@gmail.com
www.teatroastra.it – www.piccionaia.it

Il bando di concorso è scaricabile al seguente link: www.teatroastra.it/terrestri2019/

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *