“Prima la musica poi le parole” e “Gianni Schicchi”, Antonio Salieri / Giacomo Puccini, Teatro alla Scala, Milano (15 luglio 2019), direttore Ádám Fischer, regia Grischa Asagaroff

Sabato 6 luglio 2019 alle ore 20.00 presso il Teatro alla Scala di Milano va in scena “Prima la musica poi le parole”, Antonio Salieri / Giacomo Puccini, direttore Ádám Fischer, regia Grischa Asagaroff

Condividi:





Lunedì 15 luglio 2019 alle ore 20.00 presso il Teatro alla Scala di Milano va in scena “Prima la musica poi le parole” e “Gianni Schicchi”, Antonio Salieri / Giacomo Puccini, direttore Ádám Fischer, regia Grischa Asagaroff

Dal 6 al 19 Luglio 2019

Prima la musica poi le parole

Gianni Schicchi


Antonio Salieri / Giacomo Puccini

Durata spettacolo: 2 ore e 05 minuti incluso intervallo
15 Luglio 2019 – ore 20:00 Fuori abbonamento
17 Luglio 2019 – ore 20:00 Fuori abbonamento
19 Luglio 2019 – ore 20:00 ScalAperta 50%

Solisti dell’Accademia di perfezionamento per Cantanti Lirici del Teatro alla Scala
Orchestra dell’Accademia Teatro alla Scala

Nuova Produzione Teatro alla Scala
Prima la musica e poi le parole

Direttore
Ádám Fischer

Regia
Grischa Asagaroff

Scene e costumi
Luigi Perego

Luci
Marco Filibeck

cast
Maestro di cappella
Ambrogio Maestri
Donna Eleonora
Anna-Doris Capitelli
Marika Spadafino
Tonina
Enkeleda Kamani
Francesca Pia Vitale
Poeta
Ramiro Maturana
Maharram Huseynov

Produzione Los Angeles Opera
gianni schicchi

Direttore
Ádám Fischer

Regia
Woody Allen
Regia ripresa da
Kathleen Smith Belcher
Supervisore
Grischa Asagaroff
Scene e costumi
Santo Loquasto

Luci
York Kennedy


cast
Gianni Schicchi
Ambrogio Maestri
Lauretta
Francesca Manzo
Tsisana Giorgadze
Zita
Valeria Girardello
Daria Cherniy
Rinuccio
Chuan Wang
Hun Kim
Gherardo
Hun Kim
Chuan Wang
Nella
Marika Spadafino
Francesca Pia Vitale
Betto
Lasha Sesitashvili
Simone
Eugenio Di Lieto
Marco
Giorgi Lomiseli
Ciesca
Caterina Piva
Spinelloccio
Ramiro Maturana
Amantio
Jorge Martinez
Pinellino
Hwan An
Guccio
Maharram Huseynov

L’OPERA IN POCHE RIGHE

Nella Stagione 2018/2019 il Progetto Accademia, che nel 2018 si era già rivolto al repertorio italiano con Alì Babà di Cherubini, raddoppia presentando due titoli, anzi tre: prima della pausa estiva infatti Ádám Fischer guida l’orchestra e i giovani solisti in una serata che include due atti unici di Salieri e Puccini. Prima la musica e poi le parole, che sarà presentato con la regia di Grischa Asagaroff, è un esempio della rivalità tra il suo autore e Mozart alla corte di Vienna: l’imperatore Giuseppe II lo commissionò e lo fece rappresentare a Schönbrunn insieme a Der Schauspieldirektor, con cui il libretto del Casti condivide l’impostazione metateatrale, in ideale tenzone tra opera italiana e tedesca. Gianni Schicchi di Puccini, in cui gli allievi dell’Accademia divideranno il palcoscenico con Ambrogio Maestri, giunge alla Scala nella già classica produzione di Woody Allen presentata a Los Angeles nel 2015.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *