“Dracula”, il romanzo epistolare di Bram Stoker – pubblicato nel 1897 – oltre a essere uno dei libri più importanti della letteratura mondiale, ha anche il privilegio di aver consacrato la figura da cui lo scrittore irlandese trasse ispirazione: Vlad III di Valacchia Hagyak anche conosciuto, come: Vlad Tepes -in Rumeno, Vlad l’Impalatore, vista la sua predilezione nell’impalare i nemici – o proprio con il patronimico Dracula.Continue Reading

Condividi:

Ormai siamo quasi a quattro mesi di guerra in Ucraina e come era logico che fosse pian piano le notizie dal fronte hanno cominciato a diradarsi per far posto ad altre news, dall’interno o dall’estero, leggere o impegnate, ma che occupano notiziari, giornali, talk show e siti di informazioni online al posto dei resoconti dal fronte e delle notizie dei cannoneggiamenti e dei bombardamenti.Continue Reading

Condividi:

L’uomo ha raggiunto traguardi e successi che dovrebbero consentirci di andare fieri di appartenere alla razza umana. Quello odierno è un mondo che ci illude di essere ormai al sicuro da pratiche barbare che siamo convinti siano rimaste relegate a un passato ormai remoto. Peccato che le notizie anche recenti ci ricordano che non è così. E, in questo caso, non sto parlando della crudeltà di una guerra assurda scoppiata che sta catapultando il mondo indietro di decenni e che sta mettendo in ginocchio gli abitanti di questo pianeta. Dopo una pandemia che sembrava (e ad oggi sembra) impossibile da sconfiggere ci si è messa anche la follia di un uomo di potere affetto da deliri di onnipotenza tanto da far scoppiare un conflitto che sta mietendo vittime sia in termini di vite umane che di dignità umana.
Quello di cui vorrei parlare con questo pezzo è un qualcosa che sta accadendo non qui nella nostro civile (se così la possiamo definire) Europa ma in un Paese lontano, per la precisione dall’altra parte del globo. L’Africa.Continue Reading

Condividi:

Russia, versante orientale dei Monti Cholatčachl’ – che in lingua Mansi (lingua obugrica parlata in Russia, nel distretto autonomo degli Hanti e dei Mansi) significa “Montagna dei Morti” – è nel freddo e nel silenzio di questo luogo che si dipanano gli inspiegabili eventi che vedono protagonisti nove escursionisti ritrovati privi di vita, nel 1959.Continue Reading

Condividi:

Patagonia 1673, durante una spedizione spagnola, l’equipaggio della nave incontrò un Gigante nei pressi di una spiaggia. Colpiti dalla scoperta, l’equipaggio cercò subito di catturarlo, ma il Colosso prima della resa riuscì a uccidere almeno quattro elementi della ciurma. Dopo la cattura, venne incatenato all’albero maestro, dal quale si liberò facilmente, ricominciando a lottare per tornare libero. Durante lo scontro però, una lancia gli trafisse il petto, uccidendolo.Continue Reading

Condividi: