→ Dal 30 maggioal6 giugno lo Stadio Pietrangeli al Foro Italico di Roma ospiterà i Campionati Mondiali Street che qualificano per le Olimpiadi di Tokyo (l’azzurra Asia Lanzi in lizza per un posto) (TW: @firsitalia – FB: @firsitalia – IG: @firsitalia)

Con i mondiali di giugno Roma Caput Mundi dello Skateboard

Lo Stadio Pietrangeli al Foro Italico ospiterà i campionati mondiali Street che qualificano per le Olimpiadi di Tokyo: l’azzurra Asia Lanzi in lizza per un posto

Tutto lo “Street” porta a Roma. Una parafrasi dell’antico proverbio latino per introdurre i prossimi Campionati mondiali Skateboarding Street di Roma che si terranno dal 30 maggio al 6 giugno prossimi presso lo Stadio Nicola Pietrangeli, incastonati tra gli Internazionali di Tennis e gli Europei di calcio, nella suggestiva cornice del Foro italico.


Il team azzurro
Gli occhi italiani saranno tutti puntati sulla giovane azzurra Asia Lanzi, in ottima posizione nell’attuale ranking di qualificazione olimpica, che punta a staccare il biglietto per Tokyo, ormai ad un passo. Ma ci saranno anche Massimo Cristofoletti e Kevin Duman a skatare con personaggio leggendari del calibro dell’americano Nyjah Huston, del giapponese Yuto Horigome o delle brasiliane Pamela Rosa o Leticia Bufoni, con il rispettivo seguito di milioni di social followers.


 L’evento
La Federazione internazionale World Skate ha puntato molto sulla città eterna assegnandole il più importante evento Skateboarding Street per il 2021, dal quale, ricordiamo, usciranno i qualificati per le Olimpiadi di Tokyo: oltre a guadagnare punti utili per il ranking che seleziona i 40 skater che volano a Tokyo (20 uomini e 20 donne) per lo street skateboarding, i due podi di Roma guadagnano l’accesso diretto ai Giochi Olimpici.
Ma non è tutto. I mondiali infatti sono solo la punta dell’iceberg di un progetto in cui Roma diventerà per i prossimi anni protagonista della disciplina Olimpica con gli Open Street Skateboard, contest internazionale di primissimo piano organizzato dal 2022 al 2025 da Sport e Salute S.p.A. in collaborazione con la Federazione Italiana Sport Rotellistici.
Nello storico “Centralino” sarà allestita dalla California Skatepark di Los Angeles un impianto temporaneo di Street (foto) nel quale si confronteranno i migliori skater mondiali per il titolo iridato e per un posto verso Tokyo 2020.


I commenti
“Siamo riusciti nell’impresa – afferma con soddisfazione Sabatino Aracu Presidente della Federazione italiana ed internazionale degli sport rotellistici – di portare in Italia il più grande evento di skate dell’anno dopo le Olimpiadi di Tokyo, grazie anche alla collaborazione con Sport e Salute che ha creduto sin dall’inizio in questo incredibile progetto. I Campionati mondiali di Skateboarding Street, incastonati tra gli internazionali di Tennis e gli europei di Calcio punteranno tra maggio e giugno gli occhi del mondo su Roma, che da qui ai prossimi anni sarà protagonista internazionale della nuova disciplina olimpica con le tappe del contest già calendarizzate fino al 2025.”  
“Ospitare al Parco del Foro Italico – afferma Vito Cozzoli, Presidente e Amministratore Delegato di Sport e Salute S.p.A. – oltre 200 atleti provenienti da tutto il mondo rappresenta un altro segnale di ripartenza dell’intero movimento sportivo. Un evento interamente dedicato alla next generation per dare nuova linfa a questo sport che conta su una comunità di appassionati in grandissima crescita e che mantiene sempre intatto un sano spirito di agonismo e fratellanza”.


Le gare
Ollie, flip, grind e slide, sono questi i termini più usati nello skateboarding, i nomi dei trick, ovvero delle manovre, che gli atleti eseguono all’interno dello skatepark, in un percorso che riproduce gli elementi dell’arredo urbano, che gli skater usano come ostacoli. I trick vengono valutati in base alla  difficoltà delle manovre, alla precisione e allo stile nell’esecuzione, alla complessità della struttura su cui la manovra viene eseguita e alla fantasia con cui lo skater utilizza i vari ostacoli.

Dopo una prima fase di qualifica gli atleti più forti si sfideranno, insieme ai primi 30 prequalificati del ranking mondiale che accedono direttamente alle semifinali, con due run da 45 secondi l’una e e 5 best trick singoli, valutati con un punteggio da 0 a 100 assegnato da un judge panel di 5 giudici. I 4 migliori risultati delle 7 votazioni contribuiranno a creare la classifica che permetterà di passare alle finali, dove con lo stesso criterio di valutazione verrà deciso chi vincerà il titolo di Campione del Mondo 2021.
Info stampa: ufficiostampa@fisr.it

Condividi: