→ Il 16 e 17 settembre 2022 a Prato nell’ambito di Contemporanea 2022 appuntamento con lo spettacolo di danza L’etang, eseguito da Adèle Haenel & Henrietta Wallberg. (@metastasioprato)

METASTASIO PRATO

CONTEMPORANEA 2022

Fabbricone

Prato

16 settembre 2022

17 settembre 2022

L’etang

basato sulla storia originale Der Teich (The Pond) di Robert Walser

ideazione, direzione, scene, drammaturgia Gisèle Vienne
eseguito da Adèle Haenel & Henrietta Wallberg
adattamento testo Adèle Haenel, Julie Shanahan, Henrietta Wallberg in collaborazione con Gisèle Vienne
luci Yves Godin
design del suono Adrien Michel
direzione musicale Stephen F. O’Malley
musica originale Stephen F. O’Malley & François J. Bonnet
assistente Sophie Demeyer
occhio esterno Dennis Cooper & Anja Rottgerkamp
collaborazione alle scene Maroussia Vaes
concezione dei burattini Gisèle Vienne
creazione dei burattini Raphaël Rubbens, Dorothéa Vienne-Pollak e Gisèle Vienne in collaborazione con Théâtre National de Bretagne
produzione delle scene Nanterre-Amandiers CDN
scene e accessori Gisèle Vienne, Camille Queval e Guillaume Dumont
costumi Gisèle Vienne e Camille Queval
parrucche e trucco Mélanie Gerbeaux
responsabile tecnico Erik Houllier
ingegnere del suono Mareike Trillhaas e Adrien Michel
direttore luci Iannis Japiot e Samuel Dosière
direttore di palco Antoine Hordé e Jack McWeeny
performance creata in collabotazione con Kerstin Daley-Baradel e Ruth Vega Fernandez
un ringraziamento speciale a Etienne Bideau-Rey, Nelson Canart, Zac Farley, Etienne Hunsinger, Pauline Jakobiak, Tristan Lahoz, César Van Looy, Jean-Paul Vienne

produzione e distribuzione Alma Office: Anne-Lise Gobin, Alix Sarrade, Camille Queval & Andrea Kerr Administration Cloé Haas & Giovanna Rua
produzione DACM / compagnia Gisèle Vienne

coproduzione Nanterre-Amandiers CDN, Théâtre National de Bretagne, Maillon, Théâtre de Strasbourg – Scène européenne, Holland Festival, Amsterdam, Fonds Transfabrik – Fonds franco-allemand pour le spectacle vivant, Centre Culturel André Malraux (Vandoeuvre-lès-Nancy), Comédie de Genève, La Filature – Scène nationale de Mulhouse, Le Manège – Scène nationale de Reims, MC2 : Grenoble, Ruhrtriennale, Tandem Scène nationale, Kaserne Basel, International Summer Festival Kampnagel Hamburg, Festival d’Automne à Paris, Théâtre Garonne, CCN2 – Centre Chorégraphique national de Grenoble, BIT Teatergarasjen, Bergen, Black Box Teater, Oslo

con il supporto di CN D Centre national de la danse, La Colline – théâtre national and Théâtre Vidy-Lausanne

grazie a Point Ephémère per aver messo a disposizione la sala prove e a Playroom, SMEM, Fribourg per il loro studio del suono

Adattamento di un’opera giovanile dello scrittore svizzero Robert Walser, L’Etang della regista e coreografa francese Gisèle Vienne racconta il dramma familiare di un ragazzo che, non sentendosi amato, finge di suicidarsi per mettere alla prova l’amore materno. Un’opera contemporanea a più voci con la sola presenza in scena di Adèle Haenel e Henrietta Wallberg che interpretano rispettivamente uno e due ruoli: Haenel, che ha raggiunto la fama come attrice cinematografica nel film Ritratto della giovane in fiamme di Céline Sciamma, incarna Fritz, il personaggio centrale che finge il suicidio, i suoi fratelli e i suoi giovani amici, mentre Fernandez rappresenta gli altri personaggi della storia. Nel paesaggio sonoro di L’Etang ogni sospiro è amplificato da un’inquietante colonna sonora elettronica che suscita diversi livelli di percezione della realtà e dell’interiorità sollevando domande sul teatro e sulle convenzioni familiari.


Se ti è piaciuto questo post visita la nostra Home Page

Se sei interessato a leggere notizie che riguardano la Toscana

Se sei interessato a leggere notizie che riguardano Prato

Se sei interessato a leggere notizie che riguardano gli Spettacoli

Se sei interessato a leggere notizie che riguardano la Danza

Se sei interessato a leggere notizie che riguardano il Teatro Metastasio di Prato

Condividi: