Oggi 12 febbraio ricorre il Darwin Day, diventata da qualche anno giornata internazionale, che festeggia appunto il compleanno del padre alla teoria dell’evoluzione Charles Darwin (nato in questa stessa data nel 1809) e anche l’Italia, nonostante la festa sia molto più sentita nel mondo anglosassone, ricorda questo personaggio con appuntamenti sparsi su tutta la penisola. Gli eventi sono previsti sia nelle grandi città che in piccoli centri. Ovviamente tutti eventi online, considerando che la situazione pandemica è ancora purtroppo una realtà fin troppo attuale.

L’Origine della Specie per selezione naturale, del 1859, è forse l’opera più importante di Darwin e il lavoro con cui definisce per la prima volta il concetto di evoluzionismo a cui attribuisce una teoria razionale e scientifica alla selezione naturale delle specie.

Senza nulla togliere alle teorie darwiniane, non essendo questa la sede più idonea a una divulgazione scientifica o ad opinioni personali, dobbiamo però affermare che parte di queste teorie si sono dimostrate quantomeno incomplete nei periodi successivi alle sue scoperte.

E non possiamo altresì negare che le teorie darwiniane sono state anche lo spunto che ha permesso al di lui cugino, il sociologo e psicologo inglese Sir Francis Galton, di dare il via a una ricerca a cui solo dopo la morte di Darwin venne dato il nome di eugenetica.

All’inizio rimanendo agganciato al darwinismo e alla teoria della seleziona naturale, Galton teorizzò un miglioramento progressivo della razza seguendo i criteri analoghi a quelli dell’evoluzione biologica. Diede il via a un progetto di miglioramento della popolazione, comprendendone l’ereditarietà e incoraggiando un buon allevamento dei soggetti.

Fu solo nel 1883, a seguito della morte del cugino, che Galton introdusse nella sua ricerca la sfera genetica. Le sue teorie si basarono quasi essenzialmente sull’ideologia di determinismo biologico. In sintesi il sociologo aveva attribuito la totale responsabilità dei geni al carattere umano non contemplando influenze esterne, come educazione o condizioni di vita del soggetto.

Pertanto fu anche grazie al cugino Charles Darwin, definito il padre dell’evoluzionismo, che Sir Francis Galton poté lavorare ai suoi studi introducendo la genetica e diventando il padre dell’eugenetica, anche se la descrizione non sarebbe completamente corretta, considerando che la pratica dell’eugenetica già esisteva prima delle sue ricerche, basti studiare la storia fin dai tempi dell’Antica Grecia.

Che questo possa essere stato un bene o un male per la razza umana non sta a chi scrive definirlo. Sicuramente gli studi di Charles Darwin hanno cambiato il mondo e la scienza, di conseguenza il futuro arrivato fino a noi oggi. Buon Darwin Day a tutti!


Fonti:
  • Il Giornale, 18/02/2009. “Torna lo spettro dell’eugenetica” di Andrea Tornielli
  • Il Giornale, 04/01/2013. Quando l’eugenetica (cattiva) era simbolo di vero progresso di Laura Cervellione
  • CoseDiScienza.it, 17/03/2017. L’Eugenetica
  • Scienzainrete, 8/09/2017. Eugenetica: i miti della manipolazione genetica di Gaspare Polizzi
  • Scientificast, 17/01/2018. Eugenetica, non solo nazismo di Valeria Cagno
  • AmbienteBio, 27/05/2018. Eugenetica tra ieri e oggi: dai crimini nazisti alle tecniche contemporanee di Gino Favola
  • NoGeoingegneria, 17/06/2020. La nuova eugenetica e il sorgere della dittatura scientifica globale di Andrew Gavin Mashall
  • Fatti per la Storia, 8/07/2020. Eugenetica: origine e sviluppo della scienza di Galton di Mirko Muccilli
  • Il Messaggero, 15/09/2020.L’eugenetica strisciante della Danimarca che non vuole i bambini down: nel 2019 ne sono nati solo 18 di Franca Giansoldati
  • Leonardo.it. Eugenetica. L’eugenetica e la politica. 1900-1944. Radici profonde… di Massimo Ciceri
  • Associazione Amici di Lazzaro. Cosa è l’eugenetica? 4 modi per distruggere la dignità umana.
  • Treccani enciclopedia
  • Wikipedia enciclopedia libera
  • Dizionario della Medicina
  • Il Sabatini Coletti (Dizionario della Lingua Italiana)
  • Dizionario filosofico

Per approfondire l’argomento leggi anche:

Per leggere gli articoli correlati clicca sul pulsante sotto:


Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.