→ Il 10 giugno 2022 nell’ambito di Deltablues a Rovigo appuntamento con Hypnotic Brass Ensemble .(FB: @azblues_italy – IG: @azblues_italy)

DELTABLUES

Domenica 10 Luglio – Rovigo Arena spettacoli CenSer

HYPNOTIC BRASS ENSEMBLE

Se pensate che le Brass Band più importanti degli States provengono tutte da New Orleans, ebbene, dovete ricredervi! Hypnotic Brass Ensemble sono l’esempio vivente del contrario: una esplosiva brass band di Chicago composta da sette fratelli, figli del trombettista e compositore jazz Kelan Phil Cohran (già membro della Sun Ra’s Arkestra), accompagnati da una potente sezione ritmica.

Gli Hypnotic sono stati in prima linea nel “revival jazz globale” dell’ultimo decennio e il titolo del penultimo loro CD “Bad Boys Of Jazz”, uscito nel 2020, esprime la loro essenza musicale che attinge dal pozzo della tradizione Jazz innovandola con sonorità all’avanguardia.

Iniziano a suonare, sotto la guida del padre ancora adolescenti, letteralmente per le strade del South Side di Chicago creando via via una propria cifra stilistica con un sound travolgente che mischia jazz, funk, hip hop e world music.

Il documentario del 2013 “Brothers Hypnotic” descrive non solo il loro modo di intendere la musica, ma anche l’etica del lavoro che li caratterizza, il loro modo di essere, cos’ha significato essere cresciuti, in un ambiente musicalmente fertile come quello di Chicago, musicalmente e non solo da un padre vera leggenda del Jazz ma assieme ascoltando anche i generi musicali delle nuove generazioni.  Raccontano: “Di notte ci nascondevamo e ascoltavamo NWA e Public Enemy. Ice Cube, Eazy-E, erano i nostri eroi.”

Dopo alcuni dischi autoprodotti inanellano in due decenni 12 produzioni discografiche con sempre maggior successo e si esibiscono nei maggiori festival mondiali quali Coachella Festival, WOMAD, Umbria Jazz, North Sea Jazz Festival, Jazz al Lincoln Center e nei “templi” della musica contemporanea quali The Sydney Opera House e Carnegie Hall.

Hanno all’attivo collaborazioni con artisti ai massimi livelli non solo in ambito Jazz ma anche Pop e Rock come ad esempio Prince, Tony Allen, Erykah Badu, Blur.

Uno dei loro pezzi più celebri, «War», è inserito nella colonna sonora del film “Hunger Games”.

Condividi: