Dalla nostra inviata dal Regno Unito Oriana Turus

Il primo fine settimana di maggio sarà, in tutto il Regno Unito, all’insegna delle celebrazioni. A cominciare dalla cerimonia dell’investitura fino ad arrivare al Gran pranzo dell’incoronazione. Sabato 6 maggio 2023 Carlo d’Inghilterra verrà proclamato re assieme alla sua adorata Camilla come regina consorte e diventerà il nuovo monarca più anziano della storia britannica.

  • SOMMARIO
    • I gioielli della corona
    • Cosa cambia e cosa no
    • Cosa accadrà subito dopo l’incoronazione

La sontuosa cerimonia, preceduta dalla processione in partenza da Buckingham Palace, si terrà alle 11am nell’abbazia di Westminster e sarà proclamata dall’arcivescovo di Canterbury. Essa manterrà la stessa struttura del passato, con gli stessi elementi che permettono di mantenere la tradizione, pur con uno sguardo al futuro dei giorni nostri.

Ti consigliamo di leggere anche: La Regina Elisabetta è morta, Dio salvi il Regno.

I gioielli della corona

Parte della tradizione nella funzione religiosa dell’incoronazione vede come protagonisti i Gioielli della corona che rappresentano l’ascesa al trono, il controllo sulla nazione e il mondo cristiano.

Qui di seguito vediamo nello specifico quali sono questi gioielli e qual è il loro ruolo all’interno della cerimonia.

  • La “St. Edward’s Crown”, ovverola più importante e sacra tra tutte le corone. È stata concepita nel 1661 per l’ascesa al trono di Carlo II e viene oggi utilizzata al momento dell’incoronazione.
  • The imperial State Crown”, fabbricata nel 1937 per l’incoronazione di Re Giorgio VI, viene indossata dal monarca mentre lascia Westminster dopo essere stato investito del titolo regale. Viene altresì utilizzata per altre cerimonie di Stato.
  • La “Queen Mary’s Crown” che verrà usata per l’incoronazione della regina consorte. Per l’occasione, rispetto alla corona originale del 1911, sono state apportate alcune modifiche con l’aggiunta di alcuni elementi della collezione di gioielli personale della Regina Elisabetta II. Un modo per renderle omaggio.
  • The Coronation Spoon”, sopravvissuto alla distruzione dei gioielli del 1649 è uno dei più antichi oggetti cerimoniali. Misura 26,7 centimetri in lunghezza per 5.1 centimetri di larghezza ed è utilizzato per ungere il sovrano con l’olio santo. Rappresenta la parte più sacra dell’intera cerimonia.
  • The Ampulla”, l’ampolla d’oro viene utilizzata per conservare l’olio consacrato con cui il re viene unto durante la cerimonia.
  • The Sovereign’s Orb”, nel processo di investitura il re si presenta con alcuni oggetti che servono a rappresentare il suo potere e le sue responsabilità. Tra questi il primo è il Globo del Sovrano d’Inghilterra, che simboleggia il mondo cristiano. Si tratta di un globo d’oro sormontato da una croce le cui tre bande laterali fatte di gioielli, rappresentano i tre continenti conosciuti nel Medioevo.
  • The Sovereign’s sceptre with cross”, è lo scettro che rappresenta il potere temporale del re. Va tenuto nella mano destra.
  • The Sovereign’s Sceptre with Dove”, è lo scettro che rappresenta il ruolo spirituale del re, la colomba che lo sovrasta simboleggia lo Spirito Santo.
pubblicità
pubblicità
pubblicità

Cosa cambia e cosa no

Rispetto all’incoronazione di Elisabetta del 1953, la cerimonia conterà solamente 2000 invitati, tra rappresentanti del settore del volontariato di cui è affiliato e un numero ristretto di parlamentari e colleghi, rispetto agli 8000 che ci furono per la defunta regina.

Il percorso previsto per il tragitto tra l’Abbazia di Westminster e Buckingham Palace sarà di 1,3 miglia anziché di cinque come in passato.

Le fasi dell’incoronazione restano invariate. Carlo verrà unto e consacrato, indosserà la corona di Sant’Edoardo e siederà sul trono tenendo gli scettri, per rappresentare il suo controllo sulla nazione, e il globo del sovrano, per rappresentare il mondo cristiano.

Durante il giuramento il nuovo re si impegnerà a essere “difensore della fede”, ma sono previste delle modifiche che gli consentiranno di riconoscere che serve tutte le religioni.

Come per la precedente incoronazione, la cerimonia verrà trasmessa in televisione escludendo però, il momento dell’unzione.

Ti consigliamo di leggere anche: London Bridge. Il Funerale di Stato della Regina Elisabetta II

Cosa accadrà subito dopo l’incoronazione

Al termine della processione che da Westminster condurrà il nuovo re e la regina consorte a Buckingham Palace, il sovrano presenzierà sul balcone di palazzo per concludere le celebrazioni, ma sono previsti molti eventi per i giorni successivi.

Dal Coronation Big Lunch, durante il quale le varie comunità saranno invitate a condividere cibo e divertimento, al grande pranzo a Downing Street annunciato dal Primo Ministro, fino al concerto serale organizzato dalla BBC che si svolgerà al castello di Windsor e per il quale è prevista l’esibizione di grandi nomi del mondo della musica – tra cui il cantante lirico italiano Andrea Bocelli.

pubblicità
pubblicità
pubblicità

È poi previsto un ulteriore giorno festivo per celebrare l’incoronazione lunedì 8 maggio.

Questa giornata segna l’inizio del progetto Big Help Out dove tutti sono invitati a dare il proprio contributo nelle comunità locali, prestando un proprio servizio di volontariato atto a creare una vera e propria catena solidale.

L’obiettivo principale è quello di reclutare più persone possibili per creare una realtà duratura che possa essere tramandata in futuro.

Un evento quindi, in generale, che punta uno sguardo verso il cambiamento pur mantenendo le solide radici e tradizioni del sistema monarchico.


Fonti:

  • The Telegraph
  • Wikipedia
  • Buckingham Palace Instagram Page

Image credit: Vogue0897 © Pixabay.com


Gli ultimi articoli di Oriana Turus


Dai un’occasione al tuo libro, scopri come è facile pubblicare con il servizio GoPubDreams:

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *