→ Sabato 31 luglio 2021 alle ore 21.15 presso Villa Caruso di Bellosguardo di Lastra a Signa (Firenze) Enrico Caruso la potenza della lirica di Emanuele Agostini, regia di Gianfranco Pedullà (FB: @villa.caruso)

Enrico Caruso, vita e memorie
del più grande tenore di tutti tempi

Teatro, musica dal vivo e video nello spettacolo in scena
a Villa Caruso di Bellosguardo (Firenze) nel centenario della scomparsa


Sabato 31 luglio, domenica 1 e martedì 3 agosto 2021 – ore 21,15
Villa Caruso di Bellosguardo – Via Bellosguardo – Lastra a Signa (FI)

ENRICO CARUSO
LA POTENZA DELLA LIRICA

Di Emanuela Agostini
Regia Gianfranco Pedullà


Enrico Caruso l’acquistò nei primi del Novecento, per il fascino, la secolare storia e l’impagabile panorama che offriva. Villa Caruso Bellosguardo a Lastra a Signa – oggi sede del museo dedicato al grande tenore e polo di attività culturali – custodisce memorie, vicissitudini e aneddoti di uno degli artisti italiani più famosi di tutti i tempi.

Ed è partendo dagli ambienti di Villa Caruso che lo spettacolo “Enrico Caruso, la potenza della lirica” ripercorre, fuori da ogni retorica, la vita del fenomenale tenore. In scena sabato 31, domenica primo e martedì 3 agosto (ore 21) proprio nel giardino di Villa Caruso di Bellosguardo, lo spettacolo scritto da Emanuela Agostini e diretto da Gianfranco Pedullà del Teatro Popolare d’Arte utilizza linguaggi diversi che vanno dalla recitazione alla musica, in gran parte dal vivo, dalle proiezioni sulle pareti del giardino all’italiana a sofisticati sistemi di illuminazione.
Gli ambienti della Villa raccontano così la vita privata e il genio musicale di Caruso. La trama si concentra sul personale della Villa che appare al pubblico in fermento: il grande tenore sta per arrivare.



Le vicende private della famiglia Caruso si intrecciano alla narrazione con i successi artistici di Caruso, il cui annunciato arrivo non fa che aumentare curiosità intorno alla sua straordinaria biografia artistica e umana. Intanto, dietro le porte chiuse, si consuma il dramma domestico dell’artista, abbandonato dalla donna amata, Ada Giachetti, fuggita a Nizza con l’autista. Sottratto alla vista degli spettatori, ma quanto mai ancora presente, anche grazie alle incisioni della sua voce, si arriva al periodo finale della sua vita quando Enrico Caruso assurge a mito. La sua immagine apparirà alla fine in lontananza… un grammofono ci restituirà la sua voce.
Presentato nel centenario della scomparsa di Enrico Caruso, lo spettacolo “Enrico Caruso, la potenza della lirica” vede in scena gli attori Marco Natalucci, Roberto Caccavo, Marilena Manfredi, Fausto Berti, Eleonora La Pegna, Anita Donzellotti, Matteo Zoppi, Matteo Ferraioli, Edoardo Buresta, Vincenzo Infantino. Musiche originali di Francesco Giorgi eseguite dal vivo. Alla realizzazione dei costumi hanno collaborato gli studenti dell’Istituto tecnico superiore di Moda di Scandicci.



Biglietti 12/10 euro, sconto per soci Coop. I biglietti si acquistano all’ingresso, si consiglia la prenotazione – tel. 055 8721783, info@villacaruso.it, www.villacaruso.it – tutti gli appuntamenti si svolgono nel rispetto delle misure di sicurezza per l’emergenza Coronavirus.
È possibile cenare nell’ampio giardino davanti alla villa o gustare un buon bicchiere di vino fresco.  L’aperitivo e la cena prima o dopo gli spettacoli sono a cura di Il CateRing. Per prenotazioni 349 381716.
La rassegna voci in villa 2021 è a cura di Associazione Villa Caruso e Teatro Delle Arti/Teatro Popolare d’Arte in collaborazione con Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Comune di Lastra a Signa e Unicoop Firenze.


 
Biglietti spettacoli
Intero 12 euro; ridotto soci Coop 10 euro

Info e prenotazioni

info@villacaruso.it
tel. 055 8721783
www.villacaruso.it

Condividi: