→ Sabato 11 settembre 2021 alle ore 19.00 presso il Teatro Don Bosco a San Giorgio della Rinchinvelda appuntamento con Erbario di famiglia, di e con Elisa Occhini. (FB: @lascenadelledonne)

LA SCENA DELLE DONNE

XVII edizione

sabato 11 settembre

ore 19.00 | Teatro Don Bosco, San Giorgio della Richinvelda

ERBARIO DI FAMIGLIA

di e con Elisa Occhini

scenografia Cinzia Laganà e Claudio (Fade) Fadda

disegno luci Alessia Massai video interno allo spettacolo Elisabetta Ferrando

occhio esterno Chiara Lombardo – Municipale Teatro

costumiCalogera Genuardi

produzione esecutivaTeatro della Cadutacon il sostegno di Il Filo d’Erba (Rivalta), MunicipaleTeatro, Teatro a Canone, Inqubatore Qulturale

“Il mio è un dono: ce l’ha mia mamma, ce l’ha mia nonna e ce l’avrai tu. Se sei femmina!”. Così inizia il racconto di Teresa alla sua pancia, dove abita un bimbo. Il “dono” di cui parla è la capacità di generare vita, di far nascere fiori in un giardino deserto, di tessere storie e di unire i ricordi. Questa madre-giardiniera cura le piante come la vita che porta in sé. La vita “fuori” – travasare, seminare, innaffiare – dialoga costantemente con la vita interiore. Quello di Teresa è un viaggio alla ricerca delle proprie radici più profonde, in cui tre generazioni di donne dialogano tra loro. Ad aiutare Teresa in questo cammino tra i ricordi, ci sono i fiori, veri insegnanti che spiegano l’ecologia familiare in cui è vissuta. Monologo di formazione sui generis, lo spettacolo mette al centro le vite di quattro donne: una nonna, una madre, una figlia e una bimba che deve ancora nascere. Ciò che le lega è il rapporto con i fiori. Il pretesto per mettersi in viaggio è una domanda: “Ma io da dove vengo?”. La risposta riguarda tutti noi: “Tu vieni dalla bellezza”. Erbario di famiglia è un invito alla scoperta delle nostre radici ancestrali, a coltivare la bellezza, a proteggere il nostro ecosistema familiare, ad accogliere la morte e a difendere la vita.

Info contatti e biglietteria

T. 0434 40115; +39 340 0718557

info@compagniadiartiemestieri.it;

www.scenadelledonne.it/biglietteria

Condividi: