→ Ai Campionati d’Europa Juniores di Judo in Lussemburgo medaglia di bronzo per Assunta Scutto.(TW: @FijlkamOfficial – FB: @Fijlkam)

Il bronzo di Scutto accende gli Europei U21 a Lussemburgo

Gli Europei juniores per l’Italia a Lussemburgo si sono aperti con la medaglia di bronzo di Assunta Scutto ed i quinti posti di Federica Silveri e Veronica Toniolo. Prima giornata di gare e ben tre le azzurre arrivate a giocarsi la medaglia, considerando anche che Giulia Carna, poi settima, si è fermata nei quarti in un derby azzurro.  “Sono soddisfatta del mio risultato… -ha detto sorridente Assunta Scutto- i miei primi europei Junior, ovviamente puntavo più in alto, ma sono molto contenta dell’esperienza maturata oggi. Ho capito tante cose e sicuramente mi rifarò nei prossimi impegni e voglio ringraziare in primis in mio allenatore Antonio Ciano, che ogni giorno mi trasmette tutta la sua esperienza e mi sta veramente vicino in tutto nel bene e nel male gli devo tanto e anche se non è potuto esserci di persona voglio che sappia che la medaglia è soprattutto grazie a lui… poi il mio maestro Gianni Maddaloni che mi è stato vicino in gara via web e mi ha dato consigli preziosi, per me è come un papà! La nazionale che mi ha permesso di partecipare a questa gara, il mio gruppo sportivo Fiamme gialle il direttore tecnico che mi ha seguita e tifata super emozionato Paolo Monaco e il mio fidanzato…Kevyn Perna che ha fatto il pazzo per me ?”.

“È stata una giornata agrodolce in cui senza dubbio potevamo raccogliere molto molto di più -ha detto il tecnico azzurro Raffaele Parlati– Ottima la prova di Scutto, che ancora una volta conquista un meritato podio. Non da meno le prove di Toniolo e Silveri, che hanno lottato con caparbietà ed astuzia ma purtroppo si sono fermate ai piedi del podio. Da sottolineare poi la prestazione della giovanissima Carná, settima classificata, e degli altri atleti in gara oggi che si sono battuti con onore, cedendo le armi sono negli ultimi istanti dei loro incontri con atleti che hanno poi conquistato il podio, senza però avere la possibilità di essere recuperati.

Risultati

48: 1. Irena Khubulova (Rus), 2. Aydan Valiyeva (Aze), 3. Lea Beres (Fra) e Assunta Scutto (Ita)

60: 1. Romain Valadier Picard (Fra), 2. Giorgi Sardalashvili (Geo), 3. Oleh Veredyba (Ukr) e Matan Kokolayev (Isr)

52: 1. Lilia Nugaeva (Rus), 2. Chloe Devictor (Fra), 3. Ana Viktorija Puljiz (Cro) e Erza Muminoviq (Kos), 5. Federica Silveri (Ita)

66: 1. Maxime Gobert (Fra), 2. Kantemir Kodzov (Rus), 3. Yevhen Honcharko (Ukr) e Valdyslav Kazimirov (Ukr)

57: 1. Kerem Primo (Isr), 2. Faiza Mokdar (Fra), 3. Ozlem Yildiz (Tur) e Lisa Grabner (Aut)

Condividi: