(@lupebasket) Sconfitta interna per ilFila San Martino di Lupariche deve cedere alla corazzata Virtus Bologna che a San Martino di Lupari supera le padroni di casa per 80 a 57.

Fila San Martino di Lupari

Un ottimo avvio di gara, poi Bologna esce alla distanza e il Fila deve alzare bandiera bianca 

Fila San Martino

Virtus Segafredo Bologna

57-80


BASKET SAN MARTINO:
 Washington 13 (5/13, 1/3), Guarise ne, Verona 3 (0/2, 1/1), Milazzo 9 (2/6, 1/6), Ianezic 2 (1/1, 0/2), Pastrello (0/2, 0/2), Frigo, Russo 2 (1/3, 0/4), Kaczmarczyk 18 (6/8, 2/3), Arado 2 (1/1), Diakhoumpa, Dedic 8 (4/11, 0/2). All. Serventi.
VIRTUS BOLOGNA: Del Pero 9 (3/3 da tre), Pasa 4 (2/3, 0/1), Rupert (0/1, 0/3), Barberis 3 (0/1, 1/2), Dojkic 11 (2/5, 1/2), Andrè 15 (6/10), Zandalasini 6 (2/4, 0/3), Orsili 2 (1/1), Parker 20 (7/10, 2/2), Laksa 5 (1/4, 1/4), Cinili 5 (0/1, 1/3). All. Ticchi.
ARBITRI: Spessot di Gradisca d’Isonzo, Capurro di Reggio Calabria e Mura di Selargius (CA).
PARZIALI: 18-11, 37-38, 45-63.
NOTE: spettatori 500 circa. Nessuna uscita per 5 falli. Tiri da due: San Martino 20/47, Bologna 21/40. Tiri da tre: San Martino 5/23, Bologna 9/23. Tiri liberi: San Martino 2/2, Bologna 11/15. Rimbalzi: San Martino 39 (Milazzo 10), Bologna 41 (Laksa 9). Assist: San Martino 11 (Milazzo 3), Bologna 21 (Zandalasini 6).

Una settimana dopo Schio, il Fila deve cedere anche alle vicecampionesse d’Italia – e seconde in classifica – della Virtus Segafredo Bologna. Severo il punteggio finale, perché la squadra di Serventi è partita benissimo, e nel primo tempo è rimasta avanti per 17′ su 20. Nella ripresa però le ospiti hanno preso il comando delle operazioni, trovando il break giusto nel terzo periodo per poi non voltarsi più indietro. Per le Lupe, che nelle ultime quattro gare casalinghe hanno affrontato le prime quattro della classifica, si guarda già al prossimo importante appuntamento di Moncalieri, uno scontro diretto con punti preziosi in palio.



1° QUARTO. Le giallonere, seppur costrette a imitare l’impegno di un’acciaccata Pastrello (schierata all’ultimo, ma in campo solo 13′ per un problema alla caviglia), partono subito con la tripla di Washington e il piazzato di Dedic, ma anche con una difesa efficace. Bologna si sblocca solo al suo ottavo possesso offensivo, quando San Martino è salita sul 7-0 (4′). Spinta da un palazzetto nuovamente tutto esaurito, la formazione di casa continua a fare corsa di testa: al 7′ Russo trova benissimo Kaczmarczyk sotto canestro, per l’appoggio del 15-7, e poi è ancora la stessa polacca a siglare la tripla che fa chiudere la prima frazione avanti 18-11.

2° QUARTO. Il secondo periodo si apre con le bombe di Milazzo e Verona, che consentono alle padrone di casa di toccare addirittura il +13 sul 24-11. Arado, preziosa a rimbalzo d’attacco, risponde ad Andrè, ma dall’altra parte il canestro con fallo di Dojkic restituisce il -7 alle ospiti: 26-19 al 14′. Coach Serventi è obbligato a chiamare due timeout in pochi minuti, perché intanto Cinili e Laksa hanno scaldato la mano da fuori, restituendo il -1. Poco dopo la stessa Cinili realizzerà anche i liberi del primo vantaggio bianconero dell’incontro (26-27 al 16′), a conclusione di un parziale di 12-0. La replica da dietro l’arco di una perfetta Kaczmarczyk (14 punti nel primo tempo, tirando 6/6 dal campo) rianima le Lupe, e il finale di tempo è punto a punto: Milazzo riporta le sue a +3, le risponde Orsili, e poi il primo canestro di Zandalasini consente alle sue di presentarsi avanti all’intervallo lungo, sul 37-38.

3° QUARTO. La Segafredo parte subito forte nella terza frazione, con un 5-0 di Parker con cui mette per la prima volta due possessi fra sé e le avversarie. Arriverà anche il +8 con l’ex Pasa, prima che il Fila si rimetta in ritmo ancora con le sue lunghe, capaci di restituire il 43-47 al 24′. La Virtus però è salita di colpi sia in attacco che in difesa, e ora sembra non sbagliare più nulla: al 27′ un’altra bomba di Parker (per lei prova da 20 punti e 9/12 al tiro) vale l’allungo, mentre dall’altra parte San Martino è in rottura prolungata. A interrompere il 13-0 è Washington, che sblocca l’attacco dopo quasi 6′, ma dall’altra parte Del Pero risponde subito con la bomba che fissa il 45-63 del 30′.

4° QUARTO. Rispetto al terzo quarto da 25 punti subiti, il Fila prova a stringere nuovamente le maglie in difesa, e nella prima parte della frazione riesce a limitare le avversarie. Non basta però per rientrare, perché dall’altra parte l’attacco continua a fare fatica. Dopo il 5/10 da tre del primo tempo, nella ripresa sarà 0/13 per le giallonere, che oltretutto non vanno mai in lunetta. Finirà con le più giovani in campo, e la Virtus che va a chiudere sul 57-80.

GLI ALTRI RISULTATI. Sassari-San Giovanni Valdarno 89-75, Faenza-Moncalieri 72-62, Sesto San Giovanni-Schio 59-80, Ragusa-Brescia 79-53, Campobasso-Venezia 80-81, Crema-Lucca 74-69.
La classifica: Schio 30; Bologna e Venezia 26; Sassari 22; Sesto San Giovanni 20; Ragusa 18; Campobasso 16; San Martino di Lupari 14; Moncalieri 12; Faenza 10; Crema 8; Lucca 4; Brescia e San Giovanni Valdarno 2.

(Twitter: @lupebasket – FB: @lupebasket – IG: @lupebasket)

  • Se ti è piaciuto questo post visita la nostra Home Page
  • Se sei interessato a leggere notizie che riguardano il Veneto
  • Se sei interessato a leggere notizie di sport
  • Se sei interessato a leggere notizie di Basket
  • Se sei interessato a leggere notizie sul Fila San Martino di Lupari

Condividi: