Il Fila San Martino vince il recupero con la Use Rosa Scotti Empoli e conquista matematicamente la qualifazione ai playoff. (Twitter: @lupebasket – FB: @lupebasket – IG: @lupebasket)

Il Fila vince il recupero con Empoli, e conquista la qualificazione ai playoff!

Fila San Martino – Use Rosa Scotti Empoli 71-57


BASKET SAN MARTINO:
 Kelley 11 (3/10, 0/2), Guarise 20 (6/11, 2/3), Antonello (0/1), Filippi 7 (2/3, 1/6), Frigo, Pilabere (0/3, 0/1), Pastrello 10 (3/6, 1/3), Mitchell 21 (6/12, 2/6), Varaldi, Arado 2 (1/1, 0/2), Peserico (0/1 da tre), Diakhoumpa. All. Serventi.
USE BASKET EMPOLI: Ruffini (0/1), Stoichkova 2 (1/5, 0/2), Aramini, Baldelli 14 (5/9, 0/2), Williams 10 (4/7), Manetti 4 (1/1), Narviciute 4 (1/3), Antonini, Rembiszewska 11 (2/7, 2/6), Bocchetti 12 (2/4, 2/6). All. Cioni.
ARBITRI: Radaelli di Rho (MI), Bonotto di Ravenna e Castellaneta di Bolzano.
PARZIALI: 7-10, 29-26, 58-47.
NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Fallo antisportivo: Mitchell (22′). Tiri da due: San Martino 21/47, Empoli 16/37. Tiri da tre: San Martino 6/24, Empoli 4/16. Tiri liberi: San Martino 11/17, Empoli 13/13. Rimbalzi: San Martino 46 (Kelley 14), Empoli 35 (Williams 9). Assist: San Martino 11 (Kelley 8), Empoli 9 (Narviciute 4).

Nell’ultimo recupero dei tanti match che erano saltati a gennaio, il Fila San Martino si impone sull’USE Rosa Scotti Empoli, scappando via nella ripresa dopo un primo tempo equilibrato. Le giallonere, costrette a fare a meno fra le esterne di Milazzo (oltre che delle infortunate di lungo corso Russo e Ianezic), per via dell’infortunio rimediato in Coppa Italia, si portano a casa una vittoria che significa matematica qualificazione ai playoff con due turni d’anticipo. Un traguardo davvero importante, per una squadra completamente rinnovata che, all’interno di un campionato così competitivo e dal calendario spesso congestionato, ha dovuto convivere per tutta la stagione con infortuni pesanti. Dall’altra parte, è una sconfitta che sancisce un’amara retrocessione per Empoli, ora neanche la matematica lascia più speranze alle toscane.



1° QUARTO. Partono con un 5-0 ispirato da Kelley le padrone di casa, mentre Empoli ha bisogno di qualche minuto per sbloccare le proprie marcature. Ma quando lo fa, risponde con un rapido 6-0 che le vale il sorpasso. È un primo quarto giocato a bassi ritmi e percentuali, in cui il punteggio non decolla. Sono in particolare le padrone di casa a pagare le difficoltà offensive, che si traducono in un pesante 1/16 totale dal campo nei primi 10′. Il vantaggio toscano è comunque minimo alla prima pausa, sul 7-10.

2° QUARTO. A rianimare l’attacco delle giallonere è Guarise, che in avvio di seconda frazione ci mette un minuto e mezzo per realizzare tanti punti quanti quelli mandati a segno in totale dalla squadra nel primo periodo. Si scalda anche Mitchell, che firma in rapida sequenza il sorpasso e poi la tripla del +5. La Scotti ha però un atteggiamento tutt’altro che rinunciatario: Rembiszewska rimette in ritmo l’attacco segnando col fallo, e poi la tripla di Bocchetti vale anche il controsorpasso sul 21-22 (15′). Il Fila torna avanti a 1’30” dalla sirena con Pastrello, proprio da dietro l’arco (27-26), e alla sirena di metà gara l’equilibrio è testimoniato dal 29-26 a tabellone.



3° QUARTO. Dopo il +5 di Mitchell, si scatena Bocchetti, che sfruttando anche un antisportivo segna 7 punti in un amen, e riporta avanti le sue sul 31-35. Rembiszewska firmerà poco dopo anche il +6 toscano (33-39 al 24′), massimo vantaggio ospite. Il Fila si rimette in partita con pazienza, provando a stringere le maglie difensive e a rosicchiare punto su punto lo svantaggio, fino a ritrovare la parità e poi anche il vantaggio, con un grande assist no look di Kelley per il reverse di Pastrello: 43-41. Poco dopo la stessa Kelley segna col fallo, e poi ruba e manda a canestro Guarise. È proprio coi recuperi che il Fila prova finalmente a scappare via: il contropiede di Mitchell (prova da 22 punti e 11 rimbalzi per lei) chiude un break di 13-0 in appena 3′, per il 52-41 del 28′. Ancora Guarise farà toccare pure il +15 (58-43) prima dell’ultima pausa.

4° QUARTO. La gara ora si è messa in discesa per le padrone di casa, il cui margine non scenderà più sotto la doppia cifra. A brillare è ancora Guarise, che bagnerà la sua prima partita in quintetto base con un career high da 20 punti, mentre sfiora la tripla doppia Kelley, autrice di 11 punti, 14 rimbalzi e 8 assist. Ma è prezioso l’apporto di tutte le ragazze di coach Serventi, che concede minuti utili anche alle tante giovani della panchina. Finisce 71-57, ora per le Lupe rimangono solo due partite per chiudere la stagione regolare: sabato a Faenza e mercoledì prossimo in casa con Campobasso.

GLI ALTRI RECUPERI. Campobasso-Costa Masnaga 73-84, Ragusa-Sassari 80-68, Broni-Venezia 53-72, Lucca-Schio 38-82.
Classifica (fra parentesi le gare giocate): Schio 42 (21); Bologna 36 (23); Lucca 34 (24); Venezia 32 (18); Ragusa 30 (23); Campobasso 26 (23); San Martino 24 (24); Costa Masnaga 22 (22); Geas 20 (24); Sassari 16 (24); Faenza 14 (24); Moncalieri 10 (24), Broni 10 (24); Empoli 6 (24).

Condividi: