→ A Tashkent (Uzbekistan) Giulia Miserendino doppia medaglia d’argento nella categoria fino a 64 kg (TW: @federpestica – FB: @fipe.federazioneitalianapesistica – IG: @federpesistica)

Miserendino doppio argento mondiale! Veglia di bronzo!

Sale a 10 MEDAGLIE il bottino Azzurro ai Mondiali

Grande giornata per gli Azzurri in trasferta a Tashkent! Giulia Miserendino conquista due medaglie d’argento nella categoria fino a 64 kg, mentre Fabrizio Veglia vince un bronzo nella categoria fino a 73 kg. Sale quindi a 10 medaglie il bottino degli Azzurri dopo il quarto giorno di gare ai Mondiali Junior di Tashkent, in Uzbekistan: domenica il bronzo di Giulia Imperio; lunedì il titolo Mondiale di Sergio Massidda, che gli è valso tre medaglie d’oro, a cui si aggiunge il bronzo di Davide Ruiu; martedì è stata poi la volta di Chiara Piccinno che ha conquistato due medaglie di bronzo.

Il primo a salire in pedana questa mattina è Fabrizio Veglia, che con un totale di 307 kg (135+172), si piazza momentaneamente primo del gruppo B. A seguito dello svolgimento della gara del gruppo A, tolti i risultati degli atleti classe 2000 (ai quali è stato consentito di partecipare unicamente ai fini del ranking olimpico, dato che nel 2020 non hanno potuto gareggiare), quindi Marin Robu, Rahmat Erwin Abdullah, Maksad Meredov, Fabrizio Veglia si piazza sul terzo gradino del podio nello slancio con 172 kg, avendo sollevato la misura prima dell’indiano Achinta Sheuli. La gara è stata vinta dall’indonesiano Rizki Juniansyah con 349 kg.

Nel pomeriggio è la volta di Giulia Miserendino, che conquista due medaglie d’argento nella categoria fino a 64 kg. La prima arriva nell’esercizio di strappo, esercizio in cui l’Atleta delle Fiamme Oro si esprime al meglio; togliendo, anche in questo caso, le misure della atlete classe 2000, quindi Angie Paola Palacios Dajomes (ECU) e della turca Nuray Levent, la Miserendino solleva la seconda miglior misura con 97 kg. Nello slancio la siciliana si ferma a quota 110, sbagliando le alte due prove a 113, ma con 207 kg di totale si piazza comunque davanti all’avversaria kazaka Gulnur Ybray con 205. L’oro di categoria va alla rumena Raluca-Andreea Olaru con 214 kg di totale.

Condividi: