Il Bisonte Firenze conferma il rinnovo del contratto della regista Carlotta Cambi. (TW: @Azzurra_Volley – IG: @ilbisontefirenzevolley)

CARLOTTA CAMBI RIMANE A FIRENZE!

“La regista toscana ha rinnovato con Il Bisonte anche per la prossima stagione”

Il Bisonte Volley Firenze anche il prossimo anno rimarrà nelle mani di Carlotta Cambi, la palleggiatrice toscana da due anni a Firenze, quest’anno chiamata anche a rivestire il ruolo di capitana a campionato in corso.

Protagonista di una stagione in cui ha dovuto dimostrare tutte le sue qualità tecniche e gestionali ma soprattutto l’attaccamento alla maglia, Carlotta ha condotto la squadra ad un’annata da incorniciare per il club, consacrata dal record di vittorie in A1. Carlotta Cambi e Britt Herbots sono dunque i primi due nomi ufficiali della nuova squadra de Il Bisonte Firenze.

LE PAROLE DI CARLOTTA: “Le sensazioni per la prossima stagione sono sicuramente positive, la squadra che il Bisonte sta costruendo punta molto sulla continuità del lavoro svolto sino ad ora con l’obiettivo di migliorarci. Non c’è dubbio che l’obbiettivo sia quello di fare meglio dello scorso anno consapevoli che ci sarà un campionato ancora più competitivo. Sicuramente Palazzo Wanny darà una spinta in più. Allenarsi e giocare nella propria casa, sarà sempre un’arma a nostro favore. Mi piacerebbe vedere Palazzo Wanny avere sempre più pubblico, partita dopo partita riempirsi sempre un po’ di più, perché significherebbe che saremo riuscite ad appassionare la città. Sono davvero contenta dell’arrivo di Britt, ha un carattere che mi piace molto, si vede che non le piace perdere e mi sento molto simile a lei sotto questo punto di vista. Come giocatrice, inoltre, ha le capacità per poter diventare un punto di riferimento per la nostra squadra. Sono molto contenta di continuare la mia carriera con il Bisonte, stiamo dando continuità al lavoro svolto sinora e credo che la continuità aiuta a farti crescere come atleta e come persona. Concludo salutando tutti i Pellicani Feroci,” ci vediamo ad Agosto a Palazzo Wanny.”

FOTO (Anatrini/Virgili)

Condividi: