→ Venerdi 11 giugno alle ore 19.30 il regista Duccio Chiarini presenta L’occhio di vetro, vincitore del 61º Festival dei Popoli come Miglior Documentario italiano e Premio Distribuzione in Sala Il Cinemino (IG: @ilcinemino – FB: @IlCinemino)

Venerdì 11 giugno ore 19.30 il regista Duccio Chiarini presenta

L’occhio di vetro”

vincitore al 61. Festival del Popoli come Miglior Documentario Italiano

e Premio distribuzione in sala Il Cinemino

Arriva in sala il documentario di Duccio Chiarini vincitore al 61. Festival dei Popoli del Premio Miglior Documentario Italiano e del Premio distribuzione in sala “Il Cinemino” assegnato dal team de Il Cinemino all’opera che meglio incarna lo spirito “cinemino”: impegno, valore sociale e linguisticamente innovativo. “Per noi de Il Cinemino – si legge nella motivazione – la visione collettiva di un’opera è fondamentale e L’occhio di vetro è fatto per essere visto collettivamente. Il documentario di Duccio Chiarini, partendo da una storia personale, racconta la storia di tutta Italia, della nostra vergogna e di ciò che abbiamo cercato di nascondere”.

Il film documentario sarà in programmazione al Cinemino di Via Seneca 6 a Milano

Venerdì 11 giugno alle ore 19.30: alla proiezione sarà presente il regista per incontrare il pubblico.


Nel documentario il regista porta lo spettatore a ripercorrere la storia d’Italia, a partire dalla Prima guerra mondiale così come è stata vissuta dai suoi nonni e lontani parenti. Al centro del documentario il diario del pisano Ferruccio Razzini che ha combattuto in difesa della Repubblica Sociale Italiana senza sapere che Mussolini era già morto e che l’Italia era stata appena liberata. Nel suo diario racconta la storia del padre Giuseppe, eroe della Prima guerra mondiale e fervente fascista, e quella delle sorelle Liliana e Maria Grazia, rispettivamente sposate con un fascista e un partigiano comunista, attive sui fronti opposti della guerra civile. Chiarini indaga lo spaccato storico della sua famiglia a partire dalle pagine scritte dal prozio: materiali d’archivio, fotografie e lettere contribuiscono a comporre un mosaico nel quale un momento cruciale della Storia d’Italia prende forma attraverso la lente di complesse dinamiche familiari.   

L’OCCHIO DI VETROdi Duccio Chiarini (Italia, 2020, 86′)

A partire dal diario scritto in guerra dal prozio, il regista indaga un versante nascosto della propria famiglia per comporre un mosaico inedito e sfaccettato della storia d’Italia.

Il Cinemino è un cineclub e l’ingresso in sala è riservato ai soci.

Si ricorda che NON è possibile fare la tessera al momento: si consiglia di richiederla almeno il giorno precedente, compilando il modulo sul sito www.ilcinemino.it.

IN RISPETTO DELLE REGOLE DI DISTANZIAMENTO IMPOSTE PER L’EMERGENZA LEGATA AL CONTENIMENTO DEL COVID, I POSTI IN SALA SONO LIMITATI. SI CONSIGLIA DI PRENOTARE ON LINE. I POSTI RISPETTANO LA DISTANZA DI 1 METRO TRA OGNI SPETTATORE.

Cineclub Il Cinemino Via Seneca 6 – Milano Tel. 02 35948722 L’accesso in sala è consentito solo ai soci tesserati | Tessera 5€ Biglietto unico: 7,5€ (Ridotto 5€) Info e orari: www.ilcinemino.itCome arrivare MM3 Porta Romana Tram 9 Viale Montenero – Via Pier Lombardo Bus 62 Piazzale Libia Mappa: https://goo.gl/maps/v1tqsotkcKp
Condividi: