Il Fila San Martino chiude la regular season al 7º posto ma ha annunciato di dover rinunciare ai playoff causa le diverse positività al Covid-19 che rendono impossibile iniziare la serie di quarti di finale con Schio che dovrebbe partire già da venerdi 16 aprile. (Twitter: @lupebasket FB: @lupebasket / IG: @lupebasket)

Il Fila deve rinunciare ai playoff, purtroppo la stagione delle Lupe si chiude qui

Nel weekend si è conclusa la regular season di Serie A1 femminile, e il Fila San Martino ha terminato la propria stagione al settimo posto, al pari di Costa Masnaga ma con un quoziente migliore (13 vittorie in 24 gare per le giallonere, 13 in 26 per le lombarde) e il 2-0 negli scontri diretti. In realtà, come noto, le Lupe non hanno potuto disputare le ultime due partite con Empoli e Vigarano, a causa delle diverse positività al virus Covid-19 riscontrate di recente all’interno del gruppo squadra. Una situazione che purtroppo costringerà le ragazze di coach Abignente a rinunciare anche ai playoff scudetto, che sarebbero dovuti partire già questo venerdì con la serie dei quarti, al meglio delle tre gare, contro il Famila Schio.


Troppo stretti infatti i tempi per recuperare un
numero minimo di atlete e membri dello staff che possano affrontare la serie, considerando che il calendario è fitto e la post season va conclusa entro metà maggio, per poi lasciare spazio alla Nazionale che dovrà preparare l’Europeo di giugno. Dopo attente riflessioni, è maturata dunque la sofferta decisione di comunicare a Lega Basket Femminile e FIP la dolorosa rinuncia a prendere parte ai playoff.


 
«Alla luce di tutto questo, è fin troppo evidente che la stagione sportiva agonistica 2020/2021 per il Fila San Martino è finita domenica 28 marzo a Battipaglia – commenta il
Presidente Vittorio Giuriati – Mi sono preso qualche giorno di tempo per capire, assieme alla Lega Basket Femminile e alla FIP, se ci fossero margini per trovare qualche soluzione che potesse portare a un epilogo diverso. Purtroppo per tutti noi, per tutti i nostri tifosi, per i nostri sponsor e per tutti quelli che ci seguono, questo non è stato possibile. Con i tamponi di controllo il 15 aprile, con tutto l’iter previsto per riavere l’idoneità sportiva agonistica e qualche giorno di allenamento dopo una lunga inattività, non saremmo stati pronti prima del 24/25 aprile, fuori tempo massimo per iniziare un eventuale play off».


 
Va dunque in archivio in anticipo, per il secondo anno consecutivo a causa della pandemia, una stagione che comunque ha visto le Lupe
superare tante difficoltà e disputare, pur soffrendo la lontananza dai propri tifosi, un campionato in crescendo. «Per noi la stagione agonistica finisce qui, con grande rammarico e grande dispiacere ma certamente per colpa di nessuno. Dobbiamo accettare serenamente il destino con la consapevolezza che la prima cosa a cui dobbiamo pensare è quella di star bene e di essere in salute… Vorrà dire che siamo in credito con la fortuna! Ad ogni buon conto adesso pensiamo ai tamponi di controllo, ad essere tutti negativi. Nel bene e nel male siamo sempre stati come una grande famiglia, e sempre come una grande famiglia andremo avanti».

Condividi: