Il Teatro è morto. Viva il Teatro!, webinar nata da una riflessione tra La Piccionaia – Centro di Produzione Teatrale, La Voce dei Berici e alcuni operatori culturali del territorio con il supporto di Acec (IG: @lapiccionaiascs – FB: @TeatroFerrari – IG: @teatroferrari)

Il Teatro è morto. Viva il Teatro!

Con la pandemia da Covid-19, il lockdown e il distanziamento sociale il teatro è stato costretto a “ripensare modalità materiali e digitali, luoghi reali e virtuali nei quali praticare arte, intelligenza bellezza”. 
 
Riaprire i teatri basterà a far tornare tutto come prima? 
 
O forse il teatro come lo conoscevamo è morto ed è necessario farne nascere uno di “nuovo”? 


 
Saranno questi i temi al centro del webinarIl teatro è morto. Viva il teatro!”, nato da una riflessione condivisa tra “La Piccionaia – Centro di produzione teatrale”, “La Voce dei Berici”, alcuni operatori culturali del territorio e con il supporto di Acec. A discuterne in diretta streaming mercoledì 17 febbraio alle 18.30 saranno
Marino Sinibaldi, direttore di Radio 3 Rai, Fabio Viola, game designer, Paola Dubini, esperta di management dell’industria culturale e Carlo Presotto, direttore artistico de “La Piccionaia”.

Il webinar partirà dall’intervento di Marino Sinibaldi, al quale sarà affidato il compito della “Pars destruens” sullo stato attuale degli spettacoli in sala a partire dall’articolo che lo stesso Sinibaldi ha pubblicato sul sito di “Internazionale” lo scorso 26 ottobre e che ha suscitato un vivace dibattito e qualche arrabbiatura, intitolato “Ai teatri e ai cinema serve un’alternativa vera”. A Fabio Viola, con il suo intervento “Interazioni digitali” verrà affidato il compiti di aiutarci a “scrutare” all’interno del mondo digitale e come è possibile ripensare forme di interazione tra attori e pubblico mediate da smartphone, tablet e computer. Tutto questo richiede nuove forme di finanziamento, “new way to follow the money”, tema che verrà affrontato da Paola Dubini, docente all’Università Bocconi di Milano. La parola quindi passerà a Carlo Presotto che racconterà alcuni esempi di “R(i)esistenze teatrali” attivate in questo tempo di pandemia che prefigurano nuove forme e modelli di espressione teatrale. 


 
Per concludere, la parola tornerà quindi a Marino Sinibaldi, stavolta per la “pars costruens” che aprirà nuove piste di riflessione. 
 
Il webinar vuole infatti essere il primo passo di un percorso per ripensare il teatro e l’offerta culturale andando incontro ai nuovi bisogni del pubblico “post-pandemico”. 
 
 
Sarà possibile seguire il webinar collegandosi al sito www.lavocedeiberici.it e tramite la pagina facebook @lavocedeiberici o il canale YouTube La Voce dei Berici.

Condividi: