A Rovigo gli azzurri dell‘Italia Emergenti di Alessandro Troncon, con otto mete, si impongono 50 a 5 sull’Olanda. (TW: @Federugby – FB: @Federugby – IG: @italrugby)

ITALIA EMERGENTI, OTTO METE ALL’OLANDA
A ROVIGO GLI AZZURRI SI IMPONGONO PER 50-5

L’Italia Emergenti di Alessandro Troncon conclude la propria stagione con una convincente vittoria al “Battaglini” di Rovigo contro l’Olanda, ventiseiesima forza del ranking internazionale: finisce 50-5 per gli Azzurri capitanati da Capitan Ruggeri ed il numero otto saluta nel migliore dei modi il pubblico del “Battaglini”, con una tripletta personale nel successo contro gli orange, per l’occasione in maglia blu scuro.

Ottanta minuti a senso unico, con l’Italia che domina nel possesso, sui punti d’incontro e nostra una supremazia fisica che si concretizza in un’inifinita teoria di maul avanzanti, da cui scaturiscono buona parte delle mete del XV di casa.

L’Italia è subito pericolosa al largo nei primissimi minuti, Izekor prova da subito a far valere le proprie doti atletiche ma il grubber con cui cerca di lanciarsi esce oltre la linea di pallone morto.

Gli Azzurri rimangono nella metà campo avversaria, una maul da penaltouche al terzo minuto sembra spianare la strada alla prima marcatura della serata ma la difesa olandese riesce a forzare la perdita di possesso. 

A smuovere il tabellone ci pensa al nono minuto Simone Gesi: l’MVP del Peroni TOP10 2022 finalizza dopo un vantaggio conquistato a con una volta dal raggruppato penetrante, resistendo ad un placcaggio e rinunciando a seguire Izekor, libero al largo. Albanese trasforma il 7-0. 

Nella fase centrale del primo tempo sono sempre Ruggeri e compagni a tenere ben salde le redine dell’incontro, costringendo stabilmente l’Olanda nella propria metà campo ma commettendo una serie di errori di handling che vanificano gli attacchi italiani. 

Come prevedibile, la seconda marcatura non tarda ad arrivare e lo fa da maul avanzante subito prima del ventesimo minuto, con il tallonatore Di Bartolomeo a finalizzare lo sforzo del pacchetto di mischia che demolisce il pack avversario. Albanese questa volta è impreciso, 12-0.

Gli ospiti si affacciano per la prima volta nei ventidue al ventiquattresimo e sanno rendersi pericolosi, innescando la velocità al largo di Van Oord che vola in meta, ma tocca la linea laterale con un piede. 

Nulla di fatto, gli Orange insistono ma alla mezzora un pallone scippato da Panozzo nei ventidue ospiti innesca la corsa vilente di Alessandro Izekor, che rompe due placcaggi e mette sui piedi di Albanese la trasformazione del 19-0.

Gli Emergenti alzano il ritmo e la quarta meta arriva poco dopo, ancora da maul avanzante dopo l’ennesima penaltouche concessa – questa volta con tanto di cartellino giallo – dalla difesa olandese: a toccare oltre la linea questa volta, dopo aver tenuto il timone del pack, è Capitan Ruggeri per il 26-0. 

Si aprono spazi e gli Azzurri provano ad esplorarli al largo, ma il risultato non cambia sino a quando Vedovelli manda le squadre in spogliatoio per l’intervallo. 

Lo spartito non cambia in avvio di ripresa, e già al secondo minuto, dopo che il maul italiano ha costretto ad un lungo arretramento il pack avversario, Gesi raccoglie palla, evita due avversari e segna la meta che fa allungare ancora gli Emergenti, 33-0.

Al decimo, la sesta meta azzurra è ancora da maul e porta ancora la firma di Davide Ruggeri: sul 38-0, l’Italia perde un poco di lucidità e l’Olanda ne approfitta innescando con una bella manovra la velocità dell’ala Hop per il 38-5 quando manca ancora un quarto di gara.

La partita perde di intensità, l’Italia si concede qualche imprecisione di troppo, ma è comunque sufficiente  per mandare ancora due volte in meta gli uomini di Troncon, prima ancora con Capitan Ruggeri dopo una serie di pick-and-go, poi con il tallonatore di riserva Ribaldi che completa allo scadere l’ennesima Rolling maul vincente per gli Emergenti azzurri, fissando lo score sul 50-5.  

Rovigo, Stadio “Mario Battaglini” – venerdì 10 giugno
Incontro internazionale
Italia Emergenti v Olanda 50-5
Marcatori: p.t. 9’ m. Gesi S. tr. Albanese (7-0); 19’ m. Di Bartolomeo (12-0); 30’ m. Izekor tr. Albanese (19-0); 35’ m. Ruggeri tr. Albanese (26-0); s.t. 2’ m. Gesi S. tr. Albanese (33-0); 10’ m. Ruggeri (38-0); 18’ m. Hop (38-5); 31’ m. Ruggeri (43-5); 40’ m. Ribaldi tr. Gesi S. (50-5)
Italia Emergenti: Biondelli (30’ st. Borin); Mastandrea, De Masi (30’ st. Moscardi), Broggin, Gesi S.; Zini, Manfredi (13’ st. Citton); Ruggeri (cap), Izekor (10’ st. Meggiato), Ghigo; Panozzo, Stoian (9’ st Piantella); Hasa (9’-36’ st. Swanepoel), Di Bartolomeo (9’ st. Ribaldi), Spagnolo (9’ st. Leccioli)
all. Troncon
Olanda: Campbell; Van der Avoirs, Wierenga, Weersma (15’ st. Limmen), Hop; Van Oord, Scholler (9’ st. Tahwa); Raymond, Salman, Bruinsma (25’ st. Wierenga); Leverstein, Van Duken (10’ st Roelfsma); Jorna (12’ st Bloemers), Warmerdam R. (10’ st Ruijgrok), Buijs (24’ st. Warmerdam Q.)
all. Muir
arb. Vedovelli (Italia)
Note: campo in eccellenti condizioni, serata calda ma ventilata, mille spettatori circa.
Calciatori: Albanese (Italia) 4/6; Gesi S. (Italia) 1/2; Van Oord 0/1
Cartellini: 34’ pt. giallo Leverstein (Olanda)

Condividi: