→ Venerdi 8 ottobre 2021 presso il Teatro Verdi di Monte San Savino Amanda Sandrelli omaggia Dante con La grazia del volgare. Dante Alighieri attraverso la musica e la letteratura del suo tempo. (FB: @officine.dellacultura.3 – IG: @officinedellacultura)

Amanda Sandrelli al Teatro Verdi con un inedito omaggio a Dante

L’attrice presenterà in prima nazionale “La grazia del volgare” dopo aver svelato i nomi della prossima stagione teatrale del Teatro Verdi di Monte San Savino

Amanda Sandrelli e il Teatro Verdi di Monte San Savino. Il binomio teatrale perfetto torna protagonista dei palcoscenici della provincia di Arezzo con una nuova originale produzione, dedicata a Dante, che andrà in scena in prima nazionale proprio al Teatro Verdi venerdì 8 ottobre alle ore 21:15. Interprete d’eccezione Amanda Sandrelli, l’attrice che ha trovato nel piccolo borgo in Val di Chiana un luogo capace di ospitare la propria creatività, in compagnia dell’ensemble musicale Anonima Frottolisti, uno dei gruppi più rappresentativi in Italia per il racconto dell’Umanesimo in musica, in un evento dal titolo “La grazia del volgare. Dante Alighieri attraverso la musica e la letteratura del suo tempo”. Lo spettacolo è una coproduzione firmata da Officine della Cultura e Associazione Ritmi di Assisi.

Giovedì 7 ottobre, con inizio alle ore 12:30, Amanda Sandrelli sarà inoltre tra i protagonisti della presentazione al pubblico e alla stampa della Stagione Teatrale 2021/22 del Teatro Verdi a cura di Comune di Monte San Savino, Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Officine della Cultura e A.S. MonteServizi. L’invito, sempre presso il Teatro Verdi, è aperto alla stampa e alla cittadinanza, nell’attesa di una stagione che finalmente possa attraversare l’autunno e l’inverno in un dialogo ininterrotto tra gli artisti, il pubblico e le tante suggestioni dell’arte. In compagnia di Amanda Sandrelli saranno presenti in teatro, in occasione del disvelamento degli attesi protagonisti della nuova stagione, Margherita Scarpellini (Sindaco di Monte San Savino), Cristina Scaletti (Presidente Fondazione Toscana Spettacolo onlus), Marzia Serrai (Presidente A.S. Monteservizi), Massimo Ferri (Presidente Officine della Cultura) e Luca Roccia Baldini, responsabile insieme alla Sandrelli della Direzione Artistica.

In “La grazia del volgare” andrà in scena, in un affasciante e inatteso viaggio nella storia, la “rivoluzione” che tra il XIII e il XIV secolo spinse molti autori a sviluppare l’uso della lingua volgare nelle produzioni letterarie e musicali. Rivoluzione narrata in forma autentica e sublime proprio da Dante Alighieri nelle sue opere, come nell’introduzione al trovatore Arnaut Daniel nel Canto 26 del Purgatorio. Con Anonima Frottolisti saranno in scena Luca Piccioni (liuto medievale, chitarrino, voce), Massimiliano Dragoni (organistrum, carillon, percussioni antiche, salterio a pizzico, dolcimelo), Simone Marcelli (organo portativo, clavicembalum, voce), Elisa Pasquini (voce) e Carla Babalegoto (voce).

Ingresso € 15 – Ridotto € 13. Info e prevendite presso Officine della Cultura in via Trasimeno, 16 ad Arezzo. Tel. 057527961 e 3388431111. Prevendita online Circuito Box Office Toscana e Ticketone. Biglietteria: il giorno di spettacolo presso il Teatro Verdi con apertura della cassa alle ore 18:00. Nell’occasione dell’evento sarà possibile acquistare i biglietti e i carnet per la Stagione Teatrale 2021/22.

FB: @officine.dellacultura.3 – IG: @officinedellacultura –

Condividi: