→ Nel Memorial Gino Mattielli di Asti (11-13 giugno 2021), Coppa Italia delle Regioni, vittoria della Lombardia davanti a Emilia Romagna e Piemonte. (TW: @FitarcoItalia – FB @fitarco.italia – IG: @fitarco.italia)

FEDERAZIONE ITALIANA TIRO CON L’ARCO

Coppa Italia delle Regioni

Memorial Gino Mattielli

Asti, 11-13 giugno 2021

Vince la Lombardia davanti a Emilia Romagna e Piemonte

Avvincenti e decisive per la classifica generale le finali odierne della Coppa Italia delle Regioni 2021 disputata ad Asti. La Lombardia campione uscente si conferma vincitrice, sorpasso sul filo di lana al secondo posto dell’Emilia Romagna sul Piemonte

Un’altra edizione attesissima e combattutissima della Coppa Italia delle Regioni va in archivio dopo oltre un anno di attesa, visto che l’ultima edizione si era svolta nel 2019 a Cagliari. La gara questa volta si è disputata ad Asti e, dopo le incertezze della prima giornata di gare, oggi al termine delle eliminatorie e delle finali per i titoli assoluti – che assegnavano i bonus alle squadre regionali – c’è stata una vera e propria battaglia per definire il podio a squadre.
Con lo scorrere dei match che valevano il podio la Lombardia è riuscita a guadagnare i punti necessari per mettere in cassaforte il vantaggio che aveva ottenuto ieri, incrementandolo, per essere certa di rimanere al primo posto e confermare la vittoria ottenuta anche nel 2019.
Dietro la Lombardia la girandola di emozioni è proseguita invece fino all’ultima finale. Il Piemonte sembrava sicuro di poter mantenere la seconda piazza, ma l’Emilia Romagna si è portata a casa alcuni match che sono risultati decisivi per scavalcare i padroni di casa. A decidere il sorpasso in favore delle maglie arancioni emiliano romagnole è stata la vittoria dell’oro nella finale compound femminile del tiro di campagna, dove Elisa Ricci ha superato la siciliana Noemi Vella 58-54. Il Piemonte ha poi avuto l’opportunità di riportarsi al secondo posto con l’ultima sfida del programma di gara, quella per l’oro arco olimpico del tiro di campagna, dove però l’atleta della Calabria Rocco Schipilliti ha superato l’arciere del Piemonte Andrea Tarullo 58-55. Per i piemontesi è un argento che fa mancare i 30 punti utili per vincere l’argento a squadre e che permette invece all’Emilia Romagna di rimanere al secondo posto per un solo punto di distacco.
Per la Lombardia la vittoria ottenuta oggi è la sesta dal 2002 ad oggi: adesso si ritrova a una sola vittoria di distanza dal Piemonte che nell’albo d’oro vanta ancora il primato di 7 vittorie. 



LA CLASSIFICA FINALE
La classifica recita quindi Lombardia prima con 10.822 punti, Emilia Romagna seconda con 10.102, Piemonte terzo con 10.101, Toscana quarta con 9837, Lazio quinto con 9585, Veneto sesto con 9329, settima Sicilia con 8719, ottavo Friuli Venezia Giulia con 8695, nona Umbria con 8637, decimo Trento con 8570, undicesima Liguria con 8495, dodicesima Sardegna con 7963, tredicesima Campania con 7882, quattordicesima Calabria con 7705, quindicesima Puglia con 6973, sedicesimo Bolzano con 6489, diciassettesime Marche con 6189, diciottesimo Abruzzo con 5247, diciannovesima Valle D’Aosta con 4988, ventesima Basilicata con 4303 e ventunesimo Molise con 1539.

LA CLASSIFICA GIOVANILE
A determinare i punti fondamentali per le classifiche di specialità sono stati soprattutto i match che sono valsi il podio. Per quanto riguarda le classi giovanili tra i ragazzi si sono imposti in finale Valentino Guglielmon (Trentino) che ha battuto in finale 7-3 a Giovanni Streri (Piemonte). Bronzo a Riccardo Dilecce (Lombardia) che supera 6-3 Simone Vernocchi (Emilia Romagna). Nel femminile Matilde Manini (Lombardia) vince l’oro con un 6-4 su Ilaria Tognozzi (Toscana) e il terzo posto va a Beatrice Tarantini (Liguria) che ha la meglio allo spareggio su Giada Pia D’Aguanno (Lazio) 6-5 (10-9).


La classifica allievi vede in cima alla classifica maschile Riccardo Alfano (Lombardia) che supera 7-3 Giovanni Viel (Veneto), mentre il bronzo va a Emiliano Rampon (Lazio) che ha la meglio per 6-4 Tommaso Michele Petrozza (Basilicata). Vince l’oro nel femminile dopo lo spareggio Marta Corini (Lombardia) su Alessia D’Errico (Lazio) 6-5 (8-6); terza piazza per Matile Dallafior (Trentino) che supera Irene Messina (Sicilia) 6-2.
La classifica juniores premia col primo posto al maschile Matteo Bilisari (Toscana) che supera 6-2 Paolo Azzoni (Lombardia) e nella finalina si impone Giuseppe Giovanni Schiava (Calabria) vincente 7-1 su Mattia Fenzi (Trentino). L’oro femminile invece lo conquista Luisa Mosna (Trentino) che batte dopo lo spareggio 6-5 (8*-8) Francesca Aloisi (Piemonte); terzo posto per Elisa Ester Coerezza (Lombardia) che vince 7-3 su Lisa Curati (Emilia Romagna).  
La classifica generale giovanile ha premiato col primo posto la Lombardia, seguita sul podio da Toscana e Trentino.

LA CLASSIFICA SENIOR OLIMPICO E MASTER
La classifica per regione senior olimpico e compound rispecchia quella generale: in cima al podio c’è la Lombardia, seguita da Emilia Romagna e Piemonte. A festeggiare l’oro compound maschile è però la Toscana grazie a Roberto Carosati, che ha superato in finale Fabio Ibba (Friuli Venezia Giulia) 143-138. Terzo posto ad Arcangelo Borruso (Lombardia) vincente 145-142 su Alessio Opimo (Lazio). Sul gradino più alto del podio femminile sale invece Giuseppina Parolisi (Toscana) che batte 137-136 Anna Puricelli (Lombardia), mentre il bronzo se lo guadagna Mariateresa Rastiello (Campania) che supera di misura, 133-132, Valentina Lanchini (Marche).
Nel ricurvo la medaglia d’oro maschile sposta molto in termini di classifica: Matteo Fissore (Emilia Romagna) vince su Mattia Vieceli (Piemonte) 6-4, mentre il terzo posto lo conquista Walter Cammarata (Sicilia) superando 7-3 Francesco Sparnaccini (Umbria). Il podio femminile vede sul gradino più alto Debora Pinna (Sardegna) che supera Gaia Rota (Lombardia) 7-1. Bronzo per Stefania Franceschelli (Emilia Romagna) che supera 7-3 Sabrina Scommegna (Puglia). 



LA CLASSIFICA TIRO DI CAMPAGNA
La classifica per regioni del tiro di campagna premia invece col primo posto l’Emilia Romagna, seguita da Piemonte e Veneto.
Le finali individuali, che sono risultate decisive per la classifica finale, hanno premiato con l’oro arco olimpico Rocco Schipilliti (Calabria) vincente 58-55 su Andrea Tarullo (Piemonte), mentre il match per il terzo posto se lo è aggiudicato Gianni Di Virgilio (Abruzzo) superando 47-46 Luca Dignani (Marche).
Nel femminile gradino più alto del podio per Gloria Barnabò (Veneto) che supera 46-44 Rita Ponziani (Umbria); il bronzo va a Claudia Compagnucci (Lazio) vincente 48-36 su Bruna Rey (Valle d’Aosta).
Nel compound conquista un oro molto pesante per la classifica Fabio Battistini (Emilia Romagna) superando 66-64 Gianluca Ottaviani (Liguria), mentre il terzo posto se lo prende Luca Capra (Piemonte) che supera 60-58 Daniel Steiner (Bolzano). Nel femminile un’altra vittoria pesante è quella di Elisa Ricci (Emilia Romagna) che si prende il primo posto superando 58-54 Noemi Vella (Sicilia). Terzo posto per Maddalena Marcaccini (Marche) che supera 56-51 Francesca Bocina (Piemonte).
Nell’arco nudo vince la medaglia d’oro maschile Massimo Olivieri (Toscana) che ha la meglio per 55-45 su Alessandro Morini (Emilia Romagna), mentre il bronzo lo vince Alessandro Di Nardo (Piemonte) che batte 49-44 Davide Montanino (Campania).
Tra le donne la sfida per il gradino più alto del podio se l’aggiudica Florentina Cristina Bacin (Toscana) superando 48-46 Fabia Rovatti (Emilia Romagna), mentre la sfida per il terzo posto va a Laura Turello (Friuli Venezia Giulia) vincente 41-39 su Linda Mezzalira (Veneto).




ALBO D’ORO COPPA ITALIA DELLE REGIONI
2002 Piemonte
2003 Emilia Romagna
2004 Lombardia
2005 Piemonte
2006 Emilia Romagna
2007 Piemonte
2008 Piemonte
2009 Piemonte
2010 Lombardia
2011 Lombardia
2012 Lombardia
2013 Piemonte
2014 Veneto
2015 Veneto
2016 Piemonte
2017 Lazio
2018 Lazio
2019 Lombardia
2020 non disputata
2021 Lombardia

Condividi: