di Gabriella Montis

Buongiorno a tutti dopo tanto tempo torno con il mio spazio del verde di Lella. Oggi vi parlerò del ciclamino. Anche il ciclamino, come tutti i fiori, ha un significato tutto suo. Questo fiore può assumere un significato negativo o positivo in basa alla cultura, al colore e al contesto in cui viene regalato. Scopriamo insieme quale è il duplice significato del fiore.

Il ciclamino le origini e i significati

Il ciclamino ha infatti origini antiche nel corso del tempo gli sono stati attribuiti significati incoerenti;gli antichi romani credevano che il ciclamino fosse un potente antidoto contro i malefici e il malocchio perché’ ritenevano che le sue radici velenose non potessero accogliere altre energie negative.

Gli antichi greci,invece viste le fattezze della sua corolla a forma a di utero e la diffusione dei suoi semi,lo consideravano un afrodisiaco,associato alla fertilità’ e in grado di agevolare il concepimento.

Nel periodo medioevale il ciclamino si presta a interpretazioni negative come l’idea che deriverebbe dalla connessione di Satana con il veleno e della contrapposizione tra questo e la bellezza della corolla. Per questo motivo lo associavano al concetto di diffidenza verso il prossimo,si credeva inoltre che da una donna incinta che il fiore calpestato potesse causare l’aborto.

A questo proposito la credenza negativa contribuivano anche i suoi colori contrastanti che vanno dal bianco al fucsia.

Ricerche recenti hanno comunque affermato che il profumo che emana accresce la sicurezza in se stessi.

Il significato del ciclamino assume connotazioni diverse a secondo del colore.

  • Ciclamino rosa: è legato all’idea dell’amore puro
  • Ciclamino rosso: è considerato come amore ardente e passionale.
  • Ciclamino bianco: è significato di amore puro
  • Ciclamino viola: è connesso ad un atteggiamento spensierato e allegro.

Il ciclamino, come si coltiva e si cura

Questo fiore e’ una pianta perenne se coltivata in giardino,appartiene alla famiglia delle primulacee ed esistono diverse varietà’, produce fiori molto belli e attrattivi a forma scampanata e le sue foglie sono a forma di cuore.

In Italia i ciclamini nascono spontanei nelle zone montane,fredde o nei boschi,

I ciclamini selvatici che crescono appunto in zone montane sono specie protette ed è vietato raccoglierli.

Chi volesse coltivarli in giardino vanno messi sotto gli alberi in zone ombrose al riparo dal gelo.

Invece i ciclamini nei vasi che si trovano da ottobre a febbraio vanno collocati in luoghi non troppo caldi,in piena luce ma non esposti direttamente ai raggi solari.

Il ciclamino nei vasi va’ annaffiato mettendo l’acqua nel sottovaso solo la quantità’ che serve.


Gabriella Montis

Gabriella Montis (Lella) appassionata di fiori e piante, esperta in discipline orientali, per Il Salotto di Ceci Simo contribuisce alla rubrica L’Angolo del verde.


Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.