a cura di Domenico Faniello

Cedere

Ho imparato dal vento

a puntare verso l’orizzonte,

sciogliere le vele,

allentare la presa

e lasciarmi portare,

a sentire la sete di terre lontane,

l’avvento sottile del cambiamento,

e cedere al profumo di un altrove,

alla seduzione delle partenze.

Non così, non così

nel tempo dell’oblio,

quando erravo e mi celavo

in una sopravvivenza cieca,

quando le cure erano fughe

per non sentire il peso del vuoto,

derive senza rotte, senza domani.

Ad altri lasciai dire chi ero,

piegando nella rinuncia ogni parola

che sapeva di vertigine,

espropriata di un destino

che fosse per me patria.

Alle ombre legai le tempie,

e nel rito stanco della selezione

impietosa tra degno e abbietto,

tra colpa e innocenza

spensi il grido delle mani logore,

preda di una perfezione sterile,

per la quale il desiderare non era

che fumo nel vento,

un lusso inutile,

e cedere un perenne cadere

in un precipizio di silenzi serrati,

un venir meno del cuore,

e aveva solo il respiro

rotto dell’intonaco.

Biografia autore

Maria Felicetti. Nata a Taranto nel 1981. Ha praticato tirocinio redazionale per il Corriere del Giorno, scrivendo articoli di cronaca locale. Ha frequentato il corso di alta formazione “Il Piacere della Scrittura” organizzato dall’Università Cattolica di Milano. Attualmente autrice di racconti, fiabe, e poesie edite su riviste ed antologie, ha partecipato al Concorso Letterario Internazionale Energia per la Vita 2015, conseguendo il premio speciale La Luna e il Drago.


Domenico Faniello

Domenico Faniello è uno scrittore, poeta e socio dell’Associazione culturale Matera Poesia. Si occupa di cultura, soprattutto online, su Facebook gestisce le rubriche: Evento poetico del mese, Tra i vicoli del Paese e In viaggio con il Menestrello in diretta streamyard. Ne Il Salotto di Ceci Simo scrive per la rubrica: L’angolo della Poesia.


Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.