a cura di Domenico Faniello

OTTANTASETTE PAROLE

Nei risvegli oscuri

i sogni smettono di respirare.

Il buio mi confina la pelle,

accarezza i fianchi delle pareti,

gli oggetti inutili

disseminati nella stanza

come bombe inesplose.

Alla fine d’ogni sogno,

il mio sogno resti sempre tu,

che sfiori le linee delle mie mani

come fossero spighe di grano,

senza afferrarle mai.

Alla fine di ogni viaggio stellare

resto sempre io, che sorrido senza tempo in una foto dell’asilo con un dente mancante,

e Cristo lì difronte,

nel suo equilibrio metastabile,

irraggiungibile,

come te.

BIOGRAFIA AUTORE

Paolo Cainiellonato a Grazzanise (CE) il 26.08.1965. Sottufficiale E.I. (Primo Luogotenente). Residente a Gorizia da oltre 35 anni. Studi tecnici commerciali. Sposato con due figli. Ha pubblicato nel 2015 il romanzo “OSTIUM DEI” con la StreetLab (Publisher). Nonostante abbia sempre amato la poesia, solo nell’ultimo quinquennio ha iniziato a scrivere versi. Nel 2019 si classifica al 2° posto nel concorso “Gorizia Città degli Innamorati” Indetto dall’Associazione Nuovo Lavoro” con il patrocinio del Comune di Gorizia. Nel 2020 si è classificato al 1° posto nel concorso “Gorizia Città degli Innamorati” indetto dall’Associazione Nuovo Lavoro con il patrocinio del Comune di Gorizia. Ha recentemente partecipato a contest di poesia classificandosi al primo posto in due di essi e ricevendo in altri menzioni di merito. Nel 2020 ha pubblicato la Silloge “IMMOBILI PASSAGGI” con la casa Editrice “PUNTOACAPO”.


Domenico Faniello

Domenico Faniello è uno scrittore, poeta e socio dell’Associazione culturale Matera Poesia. Si occupa di cultura, soprattutto online, su Facebook gestisce le rubriche: Evento poetico del mese, Tra i vicoli del Paese e In viaggio con il Menestrello in diretta streamyard. Ne Il Salotto di Ceci Simo scrive per la rubrica: L’angolo della Poesia.


Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.