a cura di Domenico Faniello

Via di casa

D’estate il velo

dei fumi della fonderia

striscia il cielo

d’un grigio periferia.

In autunno l’eco solitaria

dell’abbaiare dei cani

intorpidisce l’aria

tenendo desti gli anziani,

mentre le mura del focolare

chiedono all’indomani

di lasciarle invecchiare

solo un altro po’. «Rimani»

sussurrano alla sera.

E io, dietro la loro ombra,

ascolto quella preghiera

scivolare in una tenebra

di ciminiera

trascinandosi dietro gli anni

di primavera

assieme ai vecchi insonni.

Ma ogni volta che il tempo smette di passare

e le strade si riempiono di operai

e i cani smettono di latrare,

le mura mi chiedono: «Te ne vai?»

Io annuisco, senza partire mai.

Biografia autore

Andrea Sponticcia è nato ad Ancona il 9 febbraio 1992. Ha pubblicato le raccolte poetiche “Lo spettrografo della Immaginazione” (2011), “Danzando con i fantasmi” (2013) e, con Nulla die, “L’altrove è qui” (2018) e “Poesie dell’Indaco” (2020). Tra gli altri riconoscimenti, nel 2017 ha vinto il 1° premio nella sezione Epitaffi del Premio Nazionale di Filosofia “Le figure del pensiero”. Vive ad Apecchio, in provincia di Pesaro e Urbino.


Domenico Faniello

Domenico Faniello è uno scrittore, poeta e socio dell’Associazione culturale Matera Poesia. Si occupa di cultura, soprattutto online, su Facebook gestisce le rubriche: Evento poetico del mese, Tra i vicoli del Paese e In viaggio con il Menestrello in diretta streamyard. Ne Il Salotto di Ceci Simo scrive per la rubrica: L’angolo della Poesia.


Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.