→ Il 24 e 25 maggio 2022 presso Flagship Store Iris Ceramica Group a Londra appuntamento con l’ecoinnovazione italiana dell’arte in ceramica e su ceramica per la Clerkenweell Design Week di Londra..(IG: @hf4comunicazione)

L’Ecoinnovazione italiana dell’arte in ceramica e su ceramica per la
Clerkenwell Design Week di Londra

Nel design district londinese, le superfici ceramiche ecoinnovative di Iris Ceramica Group diventano opera d’arte per due giorni di live painting

Il 24 e 25 maggio, la performance painting della street artist Camilla Falsini, a cura di Yourban2030, promossa da Iris Ceramica Group.

Flagship StoreIris Ceramica Group, Old Street (61-67)

24-26 maggio: ore 9.30 – 21.00 / Cocktail con l’artista: 25 maggio ore18.00 – 21.30

È un’Italia al femminile e sostenibile quella che per la Clerkenwell Design Week 2022, nel design district di Londra, il 24 e il 25 maggio si mostrerà al mondo per raccontare una storia di arte, sostenibilità, ecoinnovazione e valorizzazione del Made in Italy con la performance live painting di Camilla Falsini – a cura della no profit Yourban2030 e promossa da Iris Ceramica Group.

La materia nobile ceramica – da sempre presente nel patrimonio storico della civiltà – si fa superficie tecnologica e tela d’arte, diventando vera e propria creazione artistica che parla di ambiente, sostenibilità e transizione energetica.

ll 24-25 maggio, la street Artist Camilla Falsini realizzerà in diretta una vera e propria opera d’arte su ceramica ispirata al Movimento Memphis esposte a Londra per la mostra “Ceramics: Neverending Artworks”, di cui racconta e interpreta lo stile grafico, i pattern, i colori, le asimmetrie e la creatività. In particolare, la street artist renderà omaggio agli autori di cui sono esposte le opere più iconiche: Aldo Cibic, Andrea Branzi, Ettore Sottsass, George Sowden, Luigi Serafini, Marco Zanini, Martine Bedin, Matteo Thun, Michele De Lucchi, Nathalie Du Pasquier, Peter Shire. Un’opera d’arte tra le opere d’arte in ceramica che coinvolge attivamente lo spettatore, in uno spettacolo vivo e condiviso.

Materiale altamente performante, la ceramica va oltre l’artigianato, diventando oggetto d’arte e al tempo stesso superficie innovativa ed eco-compatibile, prodotta in impianti a emissioni zero con materiali naturali e impiegando fonti energetiche rinnovabili.

Nel suo originale live painting su ceramica, la street artist Camilla Falsini, attraverso il linguaggio e i colori ispirati al movimento artistico, parlerà di transizione ecologica e di nuove soluzioni percorribili, partendo proprio dalla ceramica innovativa di Iris Ceramica Group, azienda che rappresenta il fare impresa in modo sostenibile. Il Gruppo, infatti considera il rispetto per l’ambiente come il valore intorno al quale costruire il proprio sistema produttivo e ha messo in campo azioni concrete in questa direzione; tra cui, il nuovo impianto alimentato a idrogeno verde – che verrà terminato nel 2022 – fa di Iris Ceramica Group la prima industria ceramica al mondo in grado di produrre con tecnologia così innovativa e all’avanguardia facendo da apripista.

Soluzioni e innovazioni che guardano al futuro per proporre alternative sostenibili, costituiscono il punto di incontro tra la no profit Yourban2030 e Iris Ceramica Group.

A sposare la causa e a curare il live painting affidato non casualmente a una firma femminile è stata la no profit Yourban2030: “Una realtà come quella di Iris Ceramica Group” spiega Veronica De Angelis, Presidente Yourban2030 “dimostra l’unicità dell’imprenditoria femminile italiana, ponendosi come avamposto di innovazione e sostenibilità per cui l’Italia può fare scuola. Il 24 e il 25 maggio a Londra un’opera d’arte prenderà vita attraverso la performance di live painting di Camilla Falsini per raccontare tutto questo e ricordarci non solo che la ceramica è un materiale nobile, ma anche arte, creazione, tela d’artista e al tempo stesso superficie tecnica innovativa e sostenibile”.

Il live painting di Camilla Falsini verrà ospitato nella cornice della mostra d’arte “Ceramics: Neverending Artworks” in esposizione fino al 3 giugno presso il Flagship Store londinese di Iris Ceramica Group. Dopo il grande successo dell’esposizione di Milano, la mostra – realizzata in collaborazione con Antonia Jannone Disegni di Architettura – approdata a Londra lo scorso 29 aprile, è dedicata alle opere in ceramica più iconiche che hanno segnato la storia del “nuovo design”. Oltre 20 opere rivoluzionarie che rappresentano un riferimento per le avanguardie contemporanee a livello internazionale, in grado di stimolare una riflessione sul design e sulla creatività.

Iris Ceramica Group

Iris Ceramica Group è una eccellenza a livello internazionale nel settore dell’industria ceramica. Il Gruppo conta circa 1000 dipendenti nei 6 stabilimenti italiani, e circa altri 500 negli altri due siti produttivi ubicati in Germania e negli Stati Uniti. L’Azienda è sempre stata spinta da un forte spirito innovatore e dall’attenzione costante per la sostenibilità ambientale, fungendo il più delle volte da apripista nel settore ceramico. Iris Ceramica Group sa esprimere vere unicità nel comparto: come la realizzazione di materiali in ceramica tecnica a “tutta massa” e la creazione di superfici ceramiche all’avanguardia come la ceramica eco-attiva Active Surfaces® con proprietà antibatteriche, antivirali (efficaci anche nell’eliminare il virus Sars-Cov-2, causa del Covid-19), antinquinamento, antiodore e autopulenti, testate secondo norme ISO e coperte da due brevetti europei. Tra i suoi Brand annovera i più importanti players nel panorama internazionale del settore design e architettura come Ariostea, Fiandre Architectural Surfaces, FMG Fabbrica Marmi e Graniti, Iris Ceramica, Porcelaingres, SapienStone e StonePeak Ceramics.

Yourban2030
Fondata nel 2018 dall’imprenditrice Veronica De Angelis, in collaborazione con Maura Crudeli, la non profit Yourban2030 si ispira ai 17 obiettivi dell’Agenda 2030. Nel 2018 ha promosso e realizzato il primo murales green d’Europa, Hunting Pollution; nel 2020 ha unito 90 street artist da tutto il mondo per la campagna Color4Action, raccolta fondi per la lotta globale all’emergenza covid; è stata capofila della cordata internazionale per il primo murales green a tema LGBT+ di 250 mq a Roma, Outside In; nel 2021 ha lanciato il primo murales mangia-smog dei Paesi Bassi, Divercity in Bureaucracy, ad Amsterdam; ha promosso la monumentale opera dello street Artist Carlos Atoche per la ricerca contro il tumore al seno, e la riqualificazione urbana dei palazzi popolari di Tor Bella Monaca con Sotto la Superficie, omaggio alla biodiversità dei mari. A marzo 2022 ha lanciato il suo primo progetto editoriale, IRAE. Tutti gli eco-murales di Yourban2030 impiegano la tecnologia Airlite, per assicurare la maggior capacità di purificazione dell’aria e il minor impatto ambientale possibile a tutti i suoi progetti.

Condividi: