Tess Gerritsen, Causa di morte sconosciuta, Longanesi, 384 pagine, euro 19,90. Il nuovo capitolo della saga Rizzoli&Isles nell’ultimo medical thriller di Tess Gerritsen.

Ringraziamo l’Ufficio Stampa della Longanesi per averci segnalato questo libro.

Il nuovo capitolo della saga Rizzoli&Isles nell’ultimo medical thriller di Tess Gerritsen

 

TESS GERRITSEN

Causa di morte sconosciuta

Longanesi

pag. 384

euro 19,90

in libreria dal 19 aprile 2018

 longanesi 9989

In occasione dei 170 anni dalla rivolta delle Cinque Giornate di Milano, Alfio Caruso torna in libreria con A Milano nasce l’Italia, un appassionato racconto del coraggio e della forza del popolo meneghino.

Il 1848 fu un anno decisivo per Milano e per tutta l’Italia, perché la lotta della popolazione contro le truppe austriache in quelle giornate di marzo fu tra i primi focolai delle rivolte che in seguito diedero vita alla Prima guerra d’indipendenza italiana. La ritirata austriaca da Milano diede speranza a tutta la popolazione, anche se la guerra ebbe poi un esito negativo e la delusione si diffuse nella penisola.

I milanesi, per protestare contro l’amministrazione straniera, misero in atto a partire dal gennaio 1848 una serie di azioni di protesta: i cittadini smisero di fumare per colpire le entrate erariali della tassa sul tabacco, o fischiarono ripetutamente la ballerina austriaca Fanny Elssler, che fu costretta ad abbandonare il teatro della Scala dove si stava esibendo. Le proteste si trasformarono, dal 18 marzo, nelle famose Cinque Giornate di Milano. Per la prima volta il popolo, la borghesia e la nobiltà combatterono assieme e furono massimo esempio di rivoluzione nel segno dell’egualitarismo: non ci furono capi preordinati, ognuno conquistava i galloni sul campo, ogni quartiere, ogni barricata decideva al proprio interno qual era la risoluzione migliore da prendere. Alfio Caruso racconta l’epopea delle barricate, dei mobili tirati dai balconi, dei professori che guidano l’assalto dei propri studenti, delle alabarde della Scala trasformate in armi mentre l’odiatissimo feldmaresciallo Radetzky è asserragliato nel Castello Sforzesco. Un saggio accorato e dettagliato sulle rivolte meneghine del 1848, vero inizio del Risorgimento italiano.

 

ALFIO CARUSO, nato a Catania nel 1950, è autore di sette romanzi, thriller politici e di mafia, e due saggi di sport scritti insieme a Giovanni Arpino. Con Longanesi ha inoltre pubblicato: Da cosa nasce cosa (2000), Italiani dovete morire (2000), Perché non possiamo non dirci mafiosi (2002), Tutti i vivi all’assalto (2003), Arrivano i nostri (2004), In cerca di una patria (2005), Noi moriamo a Stalingrado(2006), Il lungo intrigo (2007), Io che da morto vi parlo (2009), Milano ordina: Uccidete Borsellino (2010), L’onore d’Italia (2011), La battaglia di Stalingrado (2012), Un secolo azzurro. Cent’anni di Italia raccontati dalla nazionale di calcio (2013), Quando la Sicilia fece guerra all’Italia (2014), Con l’Italia mai! (2015), 1960. Il migliore anno della nostra vita (2016), Caporetto (2017). Il suo sito è: www.alfiocaruso.com.

FILIPPO BONI (1980) si è laureato in Scienze Politiche all’Università di Firenze con una tesi sui massacri nazisti in Toscana. Studioso del Novecento e degli Anni di piombo, giornalista, ha pubblicato svariati saggi sulla Resistenza e sull’età contemporanea.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.