Venerdì 12 aprile a Camposampiero la tribute band dei Queen numero uno in Europa con il nuovo show in cui il rock della storica band britannica incontra la musica classica di un quartetto d’artchi: “Long Live the Queen 2019”, Teatro Ferrari, Camposampiero.

Ringraziamo l’Ufficio Stampa per averci segnalato questo evento.

Venerdì 12 aprile a Camposampiero la tribute band dei Queen n.1 in Europa con il nuovo show in cui il rock della storica band britannica incontra la musica classica di un quartetto d’archi.

“LONG LIVE THE QUEEN 2019” SOLD-OUT AL TEATRO FERRARI PER LO SHOW CHE FA RIVIVERE LEGGENDA DI FREDDIE MERCURY

In scena una formazione di 10 musicisti capaci di ricreare l’energia della band originale grazie anche a spettacolari effetti scenici e di luci ispirati ai grandi live come il Magic Tour, il The Game Tour, Il Live Aid e il celeberrimo Live at Wembley.

Sono descritti come la miglior tribute band d’Europa, capace di far rivivere con show spettacolari, sold out in ogni teatro, piazza e arena che li abbia ospitati, la leggendaria formazione capitanata da Freddie Mercury. Ed è sold out da settimane anche la data al Teatro Ferrari di Camposampiero: sono i Break Free – Queen Tribute Show, che venerdì 12 aprile (ore 21) torneranno ad infuocare a distanza di un anno il palcoscenico camposampierese con il loro nuovo show “LONG LIVE THE QUEEN 2019”, prima di proseguire la tournée estiva in Svizzera, Germania, Francia e Belgio. L’evento fa parte del cartellone “IL TEATRO PER TUTTI 2018/19”, curato da La Piccionaia per il Comune di Camposampiero con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Regione Veneto.

Originari di Vicenza, i Break Free hanno conquistato il pubblico internazionale con la loro straordinaria capacità di ricreare l’emozionante esperienza dal vivo di quella che è da molti considerata come la migliore live-band della storia. “LONG LIVE THE QUEEN 2019” è l’ultima creazione della formazione veneta: uno spettacolo in cui il rock dei Queen incontra le sonorità della musica classica: gli arrangiamenti infatti sono scritti da musicisti diplomati al Conservatorio di Vicenza, per un connubio inedito immerso in uno spettacolare show di luci ed effetti speciali, proprio come nella migliore tradizione live dei Queen.

Uno show – ispirato ai grandi concerti e tour degli anni d’oro del gruppo come il Magic Tour, il The Game Tour, Il Live Aid e il celeberrimo Live at Wembley – durante il quale verranno proposti tutti i grandi successi dei Queen come “Bohemian Rhapsody”, “We Are the Champions” e “Show Must Go On”, suonati da una formazione di 10 musicisti, mentre un quartetto d’archi accompagnerà la formazione rock proponendo alcuni pezzi solistici ispirati alla musica e alla storia dei Queen.

Il progetto Break Free nasce da quattro musicisti pluridiplomati – Giuseppe Malinconico, Paolo Barbieri, Kim Marino e Sebastiano Zanotto – uniti dalla passione per i Queen e dal desiderio di ricreare il più fedelmente possibile l’atmosfera dei loro leggendari concerti, entrati nella storia per la loro teatralità sapientemente costruita grazie a poderosi impianti audio, effetti di luce pirotecnici e innovativi e costumi stravaganti, oltre naturalmente alla potenza trascinante di brani come “We will rock you”, scritti con l’obiettivo specifico di suscitare la partecipazione del pubblico, e alla carismatica presenza scenica del leader Freddie Mercury, universalmente riconosciuto come uno dei migliori frontman della storia della musica e oggetto dell’ammirazione di musicisti come David Bowie, George Michael, Kurt Cobain, Robbie Williams e Bob Geldof.

“LONG LIVE THE QUEEN” deve il suo successo a uno studio costante e minuzioso dell’immagine e della resa, potenziato dalle possibilità offerte dalle moderne attrezzature e know-how tecnico. Il cantante dei Break Free, Giuseppe Malinconico, è stato descritto da molti fan della band britannica come “il miglior Freddie Mercury dopo il Freddie Mercury originale”: un risultato ottenuto attraverso l’analisi meticolosa del linguaggio corporeo, del timbro vocale, dell’estensione, dell’accento e della pronuncia del cantante scomparso nel 1991, che Malinconico riesce ad incarnare in maniera ineguagliata. Lo stesso dicasi per gli altri membri della band – Barbieri alla chitarra elettrica, Marino alla batteria e Zanotto al basso – capaci di ricreare lo stile e l’energia di Brian May, Roger Taylor e John Deacon. Ad accompagnarli, in “LONG LIVE THE QUEEN”, Stefania Lupato al primo violino, Daniela Dalle Carbonare al secondo violino, Giovanna Damiano alla viola e Riccardo Bortolaso al violoncello.

Biglietteria al botteghino e lista d’attesa: in Teatro a partire dalle ore 19.30.
Biglietti: intero € 12, ridotto gruppi e convenzioni € 10, ridotto under 20 € 7.

Informazioni per il pubblico e prenotazioni
telefono 366 6502085
mail info@teatroferrari.it
www.teatroferrari.it

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.