→ La Migross Supermercati Asiago Hockey perde in trasferta contro la capolista Jesenice per 5 a 3. Ora la squadra slovena ha 6 punti di vantaggio sull’Asiago (Twitter: @AsiagoHockeySrl – IG: @asiagohockey1935srl – FB: @asiagohockey1935srl)

Lo Jesenice vince lo scontro al vertice


Nell’unica partita di Alps Hockey League in programma martedì, la capolista dell’HDD SIJ Acroni Jesenice supera per 5:3 la Migross Supermercati Asiago Hockey e si porta a sei punti di distanza proprio dalla formazione Giallorossa. Nell’atteso big-match, che anche per questa occasione ha regalato una girandola di  emozioni, l’Asiago si porta fino al 3:1 (reti di Michele Marchetti, Vankus e Mantenuto) ma dal 34’ sono i Red Steelers a tornare in partita fino al pareggio sloveno prima  della seconda sirena. All’inizio del terzo periodo i balcanici piazzano i due goal decisivi che non saranno più recuperati dagli Stellati. Per Jesenice si tratta della ottava vittoria consecutiva su nove partite. La Alps torna giovedì 7 ottobre con 6 partite in programma.

Foto di Paolo Basso



Nella sfida al vertice della Alps, l’Asiago si presenta in terra slovena senza Rosa, Olivero e Miglioranzi. Dopo un powerplay per parte, il match sale di tono nella seconda metà della frazione iniziale. I Gllorossi ripartono da dove avevano lasciato nella famosa Gara 5 playoff di aprile quando avevano eliminato proprio gli sloveni dalle semifinali Alps con Michele Marchetti. Proprio l’attaccante stellato apre le danze (12’) per questa sfida. Ma i Red Steelers impattano subito il risultato dopo 133 secondi con Gasper Glavic dopo aver gestito un powerplay.

Nel secondo periodo è un altro powerplay a propiziare il nuovo vantaggio degli ospiti con Marek Vankus (24’) per un Asiago che prende confidenza ed allunga con Daniel Mantenuto (33’) per un match che inizia a parlare Giallorosso. Ma ancora una volta la capolista reagisce. Prima della seconda sirena Jasa Jenko (34’) e Nick Stojan (38’) rimettono il punteggio in parità (3:3).

La contesa si decide nei primi 105 secondi della terzo drittel. Il finlandese Jesper Vikila firma il primo vantaggio sloveno della serata mentre subito dopo Aljosa Crnovic permette l’allungo dei Red Steelers che ora hanno una doppio vantaggio da gestire. I padroni di casa non si fanno più riprendere e difendono la porta di Oscar Froberg per il 5:3 finale per un Asiago che rimane sempre al secondo posto alle spalle della capolista Jesenice.



Formazione Jesenice: Froberg (Kogovsek), Crnovic, Stojan, Pance, Viikila, Svetina, Planko, Urukalo, Jenko, Rajsar S., Brus, Zibelnik, Scap, Ulamec, Rajsar P., Glavic, Sirovnik, Jakupovic, Lesnicar, Krmelj.

Formazione Asiago: Vallini (Stevan L.), Forte, Gios, Casetti, Marchetti S., Ginnetti, Parini, Mantenuto, Giliati, Tessari M., Stevan M., Tessari A., Rigoni, Vankus, Zampieri, Lievore, Iacobellis, Marchetti M., Salinitri, Magnabosco.

IG: @asiagohockey1935srl FB: @AsiagoHockeySrl

Condividi: