Calliope in “In Carta Vergine”. Calliope è un gioco solista, un cammino di riscoperta di sonorità aggressive e testi ermetici,  sulla base di uno stile post punk.

Ringraziamo l’Ufficio Stampa per averci segnalato questo evento 

Spingitori Dischi

Calliope

in

In Carta vergine

Calliope è un gioco solista, un cammino di riscoperta di sonorità aggressive e testi ermetici,  sulla base di uno stile post punk. Fondamentale è l’utilizzo della parola nella sua completezza su tonalità che danno spazio ad una voce grave e corposa. Ogni canzone non guarda a tematiche specifiche, il tutto si distacca dalla dimensione sociale e sentimentale, punta invece all’espressione di una qualche verità. In Carta Vergine ne è il primo esempio. Il progetto è volto alla registrazione di un ep, con brani che abbiano lo stesso filo conduttore di disincanto e disillusione . Lo stesso vale per la musica che non trascende mai dalla parola e ne diventa serva.

spingitori 9993

In Carta Vergine”  parla dell’impossibilità di creare e di essere. La carta bianca è il simbolo del vuoto, della mancanza di parole e di senso.  In una realtà che ci vuole sempre pronti all’azione e alla vittoria, il fallimento diventa la strada per annullare un concetto, un’identità, per porre una fine alla mediocrità dei giorni, solo così si puo’ diventare Re silenziosi e consapevoli della propria caducità umana. I riferimenti a situazioni concrete tra persone sono solo il pretesto per presentare un significato che va ben oltre le parole stesse, un significato che non ha pretesa di esistere. Tutto in “ In Carta Vergine” non ha pretesa di esistere. Essenziale è l’intenzione, la direzione di un’idea che sporchi “ il sangue alla ragione” ,che ci innesti il seme del dubbio e che ci permetta di aprire gli occhi. Sempre dubitare, sempre “ammalarsi “ per un qualcosa che non abbia a che fare con il quotidiano ma che si distacchi da esso..” è un dolore a profusione serve solo se, porta il sangue alla ragione”. Alla fine è necessario smontare anche questo altare, rendersi conto che “il fare” ci conduce ad un’esistenza , che la mente e le sue congetture sono soggette a compromesso. L’eliminazione di esse causa inevitabilmente frustrazione e ci consegna al nulla. Un gatto che si morde la coda e rimane solo il  bianco. Il vuoto. Mancanza d’aria.  Carta Vergine

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.