Festival delle Nazioni 2018, 1968 Praga Primavera, lunedì 3 settembre 2018, ore 21.00, Città di Castello, Chiesa di San Domenico.

Ringraziamo l’Ufficio Stampa per averci segnalato questo evento

Festival delle Nazioni 2018

1968 Praga Primavera
lunedì 3 settembre 2018
ore 21:00

Città di Castello – Chiesa di San Domenico

1968 PRAGA PRIMAVERA
testo di IVAN TEOBALDELLI
musica e live electronics di CLAUDIO PANARIELLO in prima esecuzione assoluta
commissione Festival delle Nazioni
Ensemble Suono Giallo
Andrea Biagini flauto, Michele Bianchini sassofono, Laura Mancini percussioni,
Simone Nocchi pianoforte, Maurizio Perugini voce recitante

 

Quest’anno ricorre il cinquantenario dell’invasione sovietica che, tra il 20 e il 21 agosto del 1968, mise brutalmente fine alla Primavera di Praga. Le immagini della memoria sono quelle dei giovani praghesi che attaccano i carrarmati del Patto di Varsavia con sassi e bottiglie Molotov; agitano bandiere cecoslovacche macchiate di sangue; nascondono i cartelli col nome delle vie per depistare i blindati; ne accompagnano l’incedere sferragliante con urla e lacrime. La grande onda contestataria del Sessantotto lambì quasi tutte le capitali europee: Londra, Parigi, Amsterdam, Roma e Milano, Zurigo, Berlino Ovest. Ma a distanza di mezzo secolo è inequivocabile che la rivolta più nobile e audace fu la Primavera di Praga. Che fu trattata con indifferenza e non venne compresa né sostenuta dai media e gli intellettuali occidentali.

Suono_Giallo_20_pic
Attraverso le parole di Kundera, Ginsberg e altri scrittori e artisti del tempo, Ivan Teobaldelli tenterà di ricostruire il fervore di quella città «che non riusciva a dormire dalla gioia», e poi la fine dell’ultima speranza, annunciata dai carrarmati con la stella rossa e i paracadutisti del maresciallo Gretchko armati di parabellum. Rielaborando materiali sonori dell’archivio di Radio Praga e la musica dei Plastic People of the Universe – gruppo rock psichedelico che si formò a Praga proprio in quel fatidico 1968 – la musica di Claudio Panariello farà da naturale completamento al testo.

Teobaldelli_foto_Alessandro_Renzini

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.