→ Dal 21 al 25 luglio a Narcao (Sud Sardegna) la 31ª edizione di Narcao Blues. (TW: @narcao_blues – FB: @narcao_blues)

Cambio in corsa nel cartellone di Narcao Blues,
in programma dal 21 al 25 luglio a Narcao (Sud Sardegna): il trio di Jaime Dolce sostituisce nella prima serata J.P. Bimeni.

Neal Black & The Healers, Kaz Hawkins & Her Band O’Men, Laura Cox, Latvian Blues Band, King Howl,
Don Leone, Roberto Luti ed Elisabetta Maulo
i protagonisti della trentunesima edizione del festival.

Cambio in corsa nel cartellone di Narcao Blues, che dopo le tre serate di anteprime della scorsa settimana, vivrà nella prossima – da mercoledì 21 a domenica 25 luglio – la sua trentunesima edizione, naturalmente a Narcao, il paese del Sud Sardegna dove il festival è di casa. Per motivi logistici, il concerto di J.P. Bimeni, il cantante originario del Burundi atteso proprio nella serata inaugurale, è saltato. Gli organizzatori, l’associazione culturale Progetto Evoluzione, e il direttore artistico del festival Gianni Melis, hanno però individuato subito un’alternativa: a salire sul palco di piazza Europa, mercoledì 21, sarà il chitarrista Jaime Dolce, in trio con Andrea Tiberti al basso e Carmine Bloisi alla batteria.
 
Nato a Brooklyn e cresciuto musicalmente nella stimolante scena musicale newyorkese tra concerti e jam, il musicista di origini italiane (da parte del bisnonno) ha intrapreso la sua carriera solistica a fine anni Novanta pubblicando il suo primo disco e stringendo subito dopo un forte e duraturo legame con il nostro paese, dove ha messo su la sua band Innersole e partecipato a numerosi festival. Tre gli album al suo attivo – “Purple Blues” (1998), “Sometimes Now” (2011) e “Elevation Blues” (2015) – mentre è di prossima uscita il quarto.


 
A parte questa variazione di programma nella prima serata, il festival conferma il cartellone annunciato. Si parte dunque mercoledì 21 luglio con il trio di Jaime Dolce, appunto, seguito poi da Roosevelt Collier, atteso sul palco di piazza Europa a Narcao con la sua pedal steel insieme a Ferran Rico Andrés alle tastiere, Kevin Díaz Graverán al basso e Artur Ponsà i Obach alla batteria.
 
Ad aprire la serata di giovedì 22 sarà invece la band della chitarrista e cantante anglo-francese Laura Cox, con Mathieu Albiac alle chitarre, Marine Danet al basso e Antonin Guerin alla batteria. Al centro dei riflettori nel secondo set l’organista austriaco Raphael Wressnig con Enrico Crivellaro alle chitarre e Hans-Jürgen Bart alla batteria e con la voce dell’inglese Helena May.
 
Venerdì 23 si comincia con il chitarrista toscano Roberto Luti, in compagnia della cantante Elisabetta Maulo. A seguire, un’altra voce femminile, quella della nord irlandese Kaz Hawkins, affiancata da Stef Paglia alle chitarre, Julien Boisseau al basso e Amaury Blanchard alla batteria.
 
Il chitarrista e cantante texano Neal Black terrà banco nel primo set di sabato 24 alla testa della sua band, The Healers, che vede Mike Lattrell al pianoforte, Abder Benachour al basso e Natan Goessens alla batteria. Spazio poi a una formazione in arrivo dalla Lettonia, sulle sponde del Mar Baltico: la Latvian Blues Band di Janis Bukovskis (voce e chitarra), Artis Locmelis (tastiere e organo Hammond), Viesturs Grapmanis (tromba), Arturs Sebris (sassofono baritono), Marcis Kalnins (basso) e Rolands Saulietis (batteria).


 
Sipario sul festival domenica 25 luglio con un triplo appuntamento dedicato al blues targato Sardegna: si comincia con la visione di “The Search”, il docufilm di Diego Pani che racconta il viaggio compiuto nel profondo sud degli Stati Uniti da una delle formazioni di spicco della scena blues isolana, il duo Don Leone dei sulcitani Donato Cherchi e Matteo Leone, che il pubblico di Narcao Blues potrà anche apprezzare dal vivo, subito dopo la proiezione. Chiusura di serata e di festival con un’altra band di primo piano nel panorama isolano, i cagliaritani King Howl di Diego Pani (voce e armonica), Marco Antagonista (chitarra), Alessandro Cau (basso) e Alessandro Sedda (batteria).
 
BIGLIETTI E ABBONAMENTI • I biglietti interi per le serate di mercoledì 21, giovedì 22, venerdì 23 e sabato 24 luglio costano 12 euro, 10 i ridotti; il biglietto per la serata di domenica 25 luglio costa invece 5 euro; 30 euro è il prezzo dell’abbonamento per le cinque serate. A tutti i prezzi vanno aggiunti i diritti di prevendita. Biglietti e abbonamenti si possono acquistare online e nei punti vendita del circuito Boxoffice Sardegna e attraverso il portale www.narcaoblues.it.
 
Chi avesse acquistato il biglietto appositamente per il concerto di J.P. Bimeni, può richiederne il rimborso inviando una mail all’indirizzo infoblues@narcaoblues.it, fornendo gli estremi della ricevuta telematica rilasciata al momento dell’acquisto sul portale www.narcaoblues.it, e indicando le coordinate necessarie al rimborso; in alternativa, si può passare direttamente presso la sede dell’associazione culturale Progetto Evoluzione a Narcao, in via Carbonia, 11, pesentando la ricevuta d’acquisto. Per i biglietti acquistati tramite il circuito di Boxoffice Sardegna bisogna invece rivolgersi direttamente a loro.
 
Tutte le serate avranno inizio alle 21.30 (con apertura dei cancelli alle 20) e posti limitati a quattrocento persone. Non sarà necessario munirsi di green pass per assistere agli spettacoli, ma a tutti gli spettatori verrà rilevata la temperatura all’ingresso.
 
Per informazioni, la segreteria dell’associazione culturale Progetto Evoluzione risponde all’indirizzo di posta elettronica infoblues@narcaoblues.it e al numero 0781875071. Notizie e aggiornamenti sul sito www.narcaoblues.it e alla pagina www.facebook.com/narcao.blues.
La trentunesima edizione di Narcao Blues è organizzata dall’associazione culturale Progetto Evoluzione con il contributo dell’Assessorato della Pubblica Istruzione, Sport e Spettacolo e dell’Assessorato del Turismo della Regione Autonoma della Sardegna, della Fondazione di Sardegna e con il patrocinio del Comune di Narcao.
 

* * *

Associazione culturale Progetto Evoluzione
via Carbonia, 11 – 09010 NARCAO (CI)
tel/fax: 0781 87 50 71 • e-mail: infoblues@narcaoblues.it
www.narcaoblues.it
www.facebook.com/narcao.blues
www.twitter.com/narcao_blues

Condividi: