Venerdi 27 agosto 2021 alle ore 21.30 presso la Libreria Coop Piombino presentazione del libro Nuvole Passanti di Andrea Fanetti. (FB: @ilfoglioletterarioedizioni – IG: @edizioni_ilfoglio – IG: @gordianolupi)

Venerdì 27 agosto ore 21 e 30
Nuvole passanti di Andrea Fanetti
presentato in Libreria Coop Piombino

Venerdì 27 agosto, ore 21,30 alla Libreria Coop (Via Ferrer – Corso Italia) sarà presentato il libro “Nuvole Passanti” quarto romanzo di Andrea Fanetti. Il libro è edito da Il Foglio Letterario Edizioni di Gordiano Lupi che lo presenterà insieme alla blogger letteraria Patrizia Lessi.

Nuvole Passanti è   romanzo generazionale dal retrogusto amaro con riflessioni affidate alla voce di otto protagonisti che partendo da quel tempo, arrivano ai giorni nostri. Le loro esistenze attraversano più di mezzo secolo di accadimenti dove spesso fatti di cronaca importanti  si incrociano con la loro vita; alla fine abbiamo il romanzo di una generazione con un bilancio che non è sempre dei migliori. 

Andrea Fanetti, 65 anni, pensionato Magona è presidente dell’associazione culturale Covergreen, ha coltivato negli anni diverse attività, sport e politica su tutti; la musica e la scrittura sono le sue grandi passioni.

Patrizia Lessi commenta il libro: “Mauro, Giulia, Lorenzo, Donata…i ragazzi del 1969, gli adulti degli anni ’90, gli anziani del secolo che muove ancora i primi passi nella Storia. Nuvole passanti fra cielo e terra, sguardi allargati sul mare che oggi come allora intreccia vite nelle vite fra il tempo perduto e quello che verrà. L’ultimo romanzo di Andrea Fanetti, un po’ memoria e un po’ finzione, sulle generazioni che scappano come fa la vita o come fa una pietra giù dalla scarpata.”

Gordiano Lupi: “Un romanzo che rientra nei nostri interessi, perché parte dalla provincia per raccontare il mondo, attraverso le esistenze di un gruppo di personaggi, uomini e donne che negli anni Sessanta ballavano nei garage e che sono cambiati, cercando di capire dove hanno sbagliato, se le cose non sono andate come davvero avrebbero voluto. Romanzo di formazione, generazionale, che unisce il mondo piccolo di un luogo maremmano alle esistenze complesse dei vari attori della storia, psicologia e politica, sociologia e cultura. Una storia che racchiude molte altre vicende. Una narrazione intensa che emoziona e fa pensare”.   

Condividi: