Puoi baciare lo sposo se il flm lo offre il Festival dei Diritti. Al Cinema Teatro Verdi di Monte San Savino secondo appuntamento del Festival che chiude il 2018.

Ringraziamo l’Ufficio Stampa per averci segnalato questo evento

Puoi baciare lo sposo se il film lo offre il Festival dei Diritti

Al Cinema Teatro Verdi di Monte San Savino secondo appuntamento del Festival che chiude il 2018

officine 9778-1

Il Festival dei Diritti torna in scena e invita tutti al Cinema Teatro Verdi di Monte San Savino, lunedì 3 dicembre alle ore 21:15, per la proiezione a ingresso libero di “Puoi baciare lo sposo”, il film di Alessandro Genovesi uscito nelle sale a fine febbraio. Un casi di livello, comprendente Diego Abatantuono, Monica Guerritore, Salvatore Esposito, Cristiano Caccamo e Dino Abbrescia, per una commedia degli equivoci e dei ribaltamenti di prospettiva legata alla decostruzione di pregiudizi e luoghi comuni sull’omosessualità.
“Puoi baciare lo sposo” è il racconto di una coppia che ha tutta l’intenzione di sposarsi. L’amore c’è, la tolleranza per i reciproci difetti anche, manca solo la ciliegina sulla torta: un bel matrimonio, con tanto di benedizione dei rispettivi genitori. Così i futuri sposi (un lui e un lui) vanno prima a Civita di Bagnoregio, poi a Napoli, per comunicare la voglia di unirsi civilmente di fronte ad amici e parenti alle mamme e ad un papà, Sindaco progressista che ha fatto dell’accoglienza e dell’integrazione i punti di forza della sua politica ma che è decisamente contrario a celebrare un matrimonio gay che vede coprotagonista il figlio.
Prossimo appuntamento, ancora a ingresso gratuito, la proiezione del film di Alessio Cremonini “Sulla mia pelle” con Alessandro Borghi venerdì 11 gennaio, ore 21:15, sempre al Cinema Teatro Verdi.
Il Festival dei Diritti è a cura di Regione Toscana, Provincia di Arezzo, Comune di Monte San Savino, Rete Re.A.Dy. (Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni Anti Discriminazioni). A.S. MonteServizi, Officine della Cultura e Chimera Arcobaleno. Informazioni presso Officine della Cultura, via Trasimeno, 16. Tel. 0575 27961 – 338 8431111 – www.officinedellacultura.org.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.