Domenica 27 Maggio 2018, ore 17.00, Spazio Teatro No’hma Teresa Pomodoro, Milano: Pentesilea. Allenamento per la battaglia finale, di Lina Prosa con Maddalena Crippa e Graziano Piazza.

Ringraziamo l’Ufficio Stampa per averci segnalato questo evento.

Spazio Teatro No’hma Teresa Pomodoro

Stagione 2017/2018 – Domenica Speciale

Domenica 27 Maggio 2018 – ore 17.00

PENTESILEA.

ALLENAMENTO PER LA BATTAGLIA FINALE.

di 

LINA PROSA

con

MADDALENA CRIPPA e GRAZIANO PIAZZA

nohma 9901

Domenica 27 Maggio (ore 17.00) per il ciclo “Domenica Speciale lo Spazio Teatro No’hma Teresa Pomodoro ospita lo spettacolo Pentesilea. Allenamento per la battaglia finale e rende omaggio a Lina Prosa, drammaturga e regista teatrale siciliana apprezzata a livello nazionale ed internazionale.

Il testo nasce da un ampio progetto sulla tragedia greca, che da tempo vede la regista impegnata in un lavoro di studio e riscrittura di drammi classici da Ifigenia, a Le Baccanti, sino a Le Troiane. Nel trattare il mito di Pentesilea l’autrice riprende la rivisitazione di Heinrich von Kleist, spogliandola dell’atmosfera di gloria e riportandola ad una brutale contemporaneità in cui l’eroe e la regina delle Amazzoni vengono messi a nudo nelle loro reciproche realtà.

Saranno Maddalena Crippa e Graziano Piazza a portare in scena questa drammaturgia, consolidando una collaborazione assai apprezzata da parte della critica.

nohma 9903

INFORMAZIONI AL PUBBLICO: SPAZIO TEATRO NO’HMA TERESA POMODORO

via Andrea Orcagna 2 – 20131 Milano (MM2 linea verde – fermata Piola)

Ingresso libero e gratuito con prenotazione obbligatoria

Infoline e prenotazioni: 02.45485085 / 02.26688369

È possibile prenotare anche collegandosi al sito www.nohma.org

LINA PROSA

Drammaturga e regista è nata a Calatafimi-Segesta. Vive a Palermo. Premio della Critica Teatrale Italiana per la “Drammaturgia 2015”.

Prima autrice e regista italiana messa in scena alla Comédie-Française, nel 2016 è insignita dell’onorificenza di “Chevalier des Arts et des Lettres”, da parte del Ministro della Cultura francese. 

I suoi testi sono tradotti in francese, inglese, catalano, croato, portoghese, tedesco, bretone.

nohma 9902

Nel 2014 dirige a Parigi al Théâtre Vieux-Colombier la “Trilogia del Naufragio” che si afferma a livello internazionale come opera emblematica della sua scrittura. La Trilogia, composta da Lampedusa Beach, Lampedusa SnowLampedusa Way, è registrata e trasmessa da “France Culture”. I testi sono tradotti in francese da Jean-Paul Manganaro.

Nel 2015 “Lampedusa Beach” è letto in eventi speciali al “Consiglio d’Europa”, e al “Museo della Storia della Storia dell’Immigrazione” di Parigi per la manifestazione “12 heures pour changer de regard” promosso dal Ministero della Cultura.

Nel triennio 2014-2016, la Trilogia, con la regia dell’autrice è prodotta dal Teatro Biondo Stabile di Palermo e presentata al Piccolo Teatro di Milano nel triennio 2015-2017. 

Nel triennio 2016-2018 la Trilogia approda a Lampedusa nell’ambito di “Lampedus’Amore”. Nel 2015: Regia di Moises Maicas, traduzione in Catalano di Anna Soler Horta, Teatro Akademia (Barcellona 2015) e di Michel Ecoffard per il “Théâtre de La Chimere” di Lorient. Nel 2016, a Zagabria, produzione di Hotel Bulic Theatre regia di Senka Bulic. Nel 2016 con la regia di Irina Brook il testo viene prodotto dal Teatro Nazionale di Nizza. Nello stesso anno, a Johannesburg, il “Market Theatre Laboratory” produce lo spettacolo con la regia di Raissa Brighi che viene presentato al Festival dell’Università di Pretoria (Sud Africa) e premiato con il “Prize Kopanong Arts and Social Justice”. Nel gennaio 2017, tradotta in Bretone, la Trilogia è diffusa in forma integrale attraverso la Radio Bretone Kerne per il Teatr Piba. 

Nel 2018 Lampedusa Beach e Lampedusa Snow vanno in scena alla Comedie de Geneve per la regia di Marise Hestier e di Simone Audemars. Lo stesso anno per la regia di Eleonora Romeo “Lampedusa Beach” va in scena ad Avignone. Nel 2016 l’autrice scrive “Ritratto di Naufrago Numero Zero/Appendice alla Trilogia del Naufragio” per il progetto di teatro-danza “Urlo Mediterraneo”, coreografia e regia di Lino Privitera, Teatro Antico di Taormina, 2016.

Nel mese di luglio 2016 Lina Prosa fonda il movimento teatrale “MigraTeatro”. Nel 2018 fonda all’interno del Centro Amazzone di Palermo lo spazio di ricerca e di messa in scena legato al rapporto tra Drammaturgia Classica e Scena Contemporanea dal titolo “ClassicoContemporaneo”.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.