La dodicesima notte di William Shakespeare, traduzione e adattamento di Livia Castiglioni e Silvia Giulia Mendola, Teatro Binario 7, Sala Chaplin, Monza, domenica 3 febbraio 2019 (ore 16.00).

Ringraziamo l’Ufficio Stampa del Teatro Binario 7 per averci segnalato

LA DODICESIMA NOTTE
Teatro Binario 7 – Monza – Sala Chaplin
dom 3 febbraio 2019 – ore 16:00
di
William Shakespeare
traduzione e adattamento
Livia Castiglioni
Silvia Giulia Mendola
con
Corrado Accordino – Orsino
Paolo Garghentino – Malvolio, Sebastiano
Silvia Ferretti – Maria, Antonio
Angelo Di Figlia – Sir Andrew
Silvia Giulia Mendola – Olivia
Ettore Nicoletti – Sir Toby
Silvia Rubino – Viola
Elena Scalet – Buffone
musiche
Gipo Gurrado
foto
Michela Piccinini
consulenza costumi
Stefania Trovato
regia
Silvia Giulia Mendola
assistente alla regia
Livia Castiglioni
produzione
PianoinBilico
Gecobeventi
si ringrazia per i costumi
l’Accademia dei Filodrammatici
Commedia degli equivoci. Commedia degli inganni. Commedia della comunicazione contraffatta, ambigua, celata.
È una mascherata in grande stile, quest’opera shakespeariana, i cui motori sono l’amore, il desiderio, il possesso. Del cuore altrui, di salvezza, di una posizione sociale elevata, di ludibrio puro.
I discorsi sono altro da ciò che dovrebbero significare, come spesso le persone non sono chi dicono di essere. È una commedia di verità nascoste e camuffate per una grande carnevalata invernale, e l’opera deve necessariamente concludersi con un’epifania bislacca di rivelazioni e sorprese.
Un travestimento è la scintilla primaria del caos, e allora parte il girotondo perverso: Viola si innamora di Orsino, Orsino è innamorato di Olivia, Olivia si innamora di Viola. E la miccia continua a bruciare, costante. Viola mistifica il proprio aspetto in maniera evidente, e inganna tutti, ritrovandosi poi tra due fuochi, Orsino e Olivia, rischiando che la menzogna le si ritorca contro.
Tra tutti aleggia il matto, il fool, la voce del bardo, che ride e scherza al di sopra dei giri a vuoto, dei meccanismi celibi, in cui si incastrano e arrancano tutti i personaggi. Il suo è un sorriso amaro, però, un po’ dolente. Compassionevole. A volte quasi rassegnato.
Dopo Pene d’amor perdute 50’s e Otello, la compagnia PianoinBilico prosegue la sua indagine nell’opera di Shakespeare.
Biglietti:
intero € 18, Carta Più Feltrinelli € 15, ridotto € 12, allievi Scuola di teatro Binario 7 € 10, under 18 € 6
Per informazioni e prenotazioni:
039 2027002
biglietteria@binario7.org
La richiesta di prenotazione via mail va effettuata dal martedì al sabato fino alle 18.00
I biglietti prenotati devono essere ritirati entro 45 minuti prima dell’inizio dell’evento, pena la decadenza della prenotazione.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.