→ Un manifesto per uomini sensibili, ovvero come nascondere la timidezza con la loquacità: Parlo troppo, nuovo singolo di Moriel (IG: @delta.press – FB: @DeltaRamificazioniCulturali – IG: @r.moriel)

Parlo troppo

di

Moriel

un manifesto per uomini sensibili, ovvero come nascondere la timidezza con la loquacità

Parlo troppo, il nuovo singolo dell’artista modenese Moriel, è un brano ballabile e vivace che dietro ad un racconto autobiografico nasconde un inaspettato tentativo di liberarsi da un immaginario machista. La loquacità diventa così uno scudo contro l’imbarazzo scaturito da archetipi vetusti e da un ideale di maschio (alpha) assolutamente tossico.

La strofa, guidata dal basso, ricrea l’elettricità di un flirt e porta ad uno sbottonato ritornello da discoteca. Un synth pop divertito ma deciso, determinato e mai impettito. All’improvviso la melodia cita, fra Battiato e Prezioso, Voglio vederti danzare, una manciata di note immediatamente riconoscibili che aprono l’immaginario del brano.



Moriel balla con questa affascinante sconosciuta uno scoordinato Tuca Tuca con cui esorcizzare l’ansia da prestazione e la paura dell’ignoto. In una società che vuole ogni uomo sempre pronto, senza dubbi o paure, incertezze o tentennamenti, Parlo Troppo è un inno ad un dialogo amoroso sincero e rispettoso, un invito a conoscersi davvero alla ricerca di una passione intellettuale e non soltanto meramente fisica.

IG: @delta.press – FB: @DeltaRamificazioniCulturali

Leggi anche:

Segni opposti, nuovo singolo di Moriel

Non ci ripensi mai, nuovo singolo di Moriel

Condividi: