Nella prima partita di finale della Serie B giocata a Limena la Pettenon Cosmetics San Martino supera in rimonta la Foxes Giussano 72 a 55. (Twitter: @lupebasket – FB: @lupebasket – IG: @lupebasket)

Serie B: a Limena la Pettenon Cosmetics San Martino vince il primo atto della finale in rimonta, sabato il ritorno a Giussano

Pettenon Cosmetics San Martino – Foxes Giussano 72-55



LUPE SAN MARTINO: 
Antonello 14, Brazzale ne, Peserico 14, Guarise, Fontana 5, Mini 4, Frigo 8, Bortolozzo ne, Varaldi 7, Diakhoumpa, Ferraro, Arado 20. All. Tomei.
BASKET TEAM GIUSSANO: Bassani 14, Germani 10, Rossini, Biassoni, Perini 4, Colico, Foschini, Pratelli 4, Bonadeo 9, Meroni 10, Villa ne, Ukaegbu 4. All. Corno.
ARBITRI: Moratti di Reggio Emilia e Zanetti di Riccione (RN).
PARZIALI: 11-16, 22-31, 42-45.

L’andata della finale playoff di Serie B fra San Martino di Lupari e Giussano è delle Lupe! A Limena la formazione di coach Michele Tomei, rientrata nella notte fra venerdì e sabato dalle fatiche della Finale Nazionale U19 in Campania, fa suo il primo atto di questa doppia sfida grazie a un grande secondo tempo da 50 punti segnati, in cui le giallonere sono riuscite a passare dal -12 al +17, firmando un ultimo quarto da 30-10 di parziale.

Litigano col ferro in avvio le padrone di casa, che dopo l’iniziale canestro di Arado subiscono un 8-0 ospite. Con pazienza però l’attacco prova a mettersi in ritmo: è con la tripla di Antonello e l’appoggio di Arado che San Martino ritrova il -1 all’8′, sull’11-12. Il finale di frazione è tuttavia favorevole alle ospiti, che sfruttano un paio di recuperi per presentarsi alla prima pausa avanti 11-16.



Nel secondo quarto Antonello risponde ancora da fuori a Germani, che aveva trovato il +8 lombardo. È una fase in cui le difese prevalgono sugli attacchi, con Giussano a fare corsa di testa grazie alle triple di Germani, e le Lupe che nonostante le basse percentuali provano a rimanere in linea di galleggiamento. Peserico e Mini trovano da sotto i canestri del nuovo -4 (22-26 al 18′), ma è l’ennesima bomba dall’angolo di una scatenata Germani a mandare le squadre all’intervallo sul 22-31 per le lombarde.

Sale anche a 12 lunghezze, con Meroni, il gap in avvio di terzo quarto, ma dall’altra parte Peserico e Arado ne mettono 4 a testa per dimezzare le distanze (30-36). È poi la bomba di Antonello allo scadere dei 24″ a restituire anche il -2 sul 35-37 (27′), in una gara che ora pare aver cambiato l’inerzia. Sul possesso successivo c’è anche l’aggancio firmato Varaldi, e nel finale Fontana e Antonello rispondono a Bassani per il 42-42. Proprio sulla sirena, tuttavia, Bonadeo trova da oltre metà campo il canestrissimo che vale il +3 a Giussano a 10′ dalla fine.



La quarta frazione si apre con un 6-0 di Arado e Fontana, che riporta in vantaggio le Lupe per la prima volta dopo l’iniziale 2-0. Ora le ospiti faticano a vedere il canestro, mentre San Martino è in fiducia: le bombe di Antonello, Varaldi e Frigo favoriscono il break che al 35′ vede il +13 giallonero, sul 59-46. Poi il 2+1 di Bassani sblocca Giussano, che più volte prova a ridurre lo scarto, tornando a -8. Ma le Lupe sono in ritmo: ancora Arado e Frigo fanno toccare il 70-55 a 90″ dalla fine.

Finirà 72-55, un +17 da cui ripartire nella sfida di ritorno, in programma fra meno di una settimana in Brianza. Le ragazze di coach Tomei sanno di non avere ancora fatto nulla, sabato alle 20.30 servirà la partita della vita per conquistare quel sogno chiamato Serie A2.

Condividi: