→ In streaming on line su www.teatro.it Roma Fringe Festival 2021, la festa del Teatro Indipendente. 22 aprile 2021 ore 21.30: Quell’amara unità, di Dora Liguori, con Marco Junior Marrone, Filippo D’Amato, Christian Salicone, Eduardo Di Lorenzo, Marco Junior Marron, Dora Curdele (TW: @romafringefestival – FB: @RomaFringe – IG; @romafringefest)

Roma Fringe Festival 2021


la festa del Teatro Indipendente è online

22 aprile 2021 ore 21.30

Quell’amara unità

Assoteatro

proveniente da
Battipaglia

di
Dora Liguori

con
Marco Junior  Marrone, Filippo D’Amato, Christian Salicone,  Eduardo Di Lorenzo, Marco Junior Marron, Dora  Crudele

movimenti coreografici
Marina Ansalone

costumi
Maria Marino

adattamento e regia
Vito Cesaro

Dopo l’invasione perpetrata dal Regno Sabaudo, il sud organizza la resistenza. A combattere l’invasione ci sono soldati, uomini e donne fedeli a Francesco II di Borbone. Per sostenere la rivolta, in una maniera ufficiosa, la Regina Isabella di Spagna manda a Potenza, centro della rivolta Borbonica, il capitano Aldrigo Seguerto. Il capitano ha l’arduo compito di unire i Briganti capeggiati da Carmine Crocco, definito O’ Generalissimo e il Generale Spagnolo Josè Borghes, capo della resistenza Borbonica. I comitati di Melfi e Potenza affidano il Capitano Seguerto alla Baronessa Argenzia Normanno. Tra i due nascerà una grande passione amorosa che purtroppo avrà un’epilogo tragico. Aldrigo tradito, imprigionato e torturato dai Piemontesi, è allo stremo delle sue forze. Argenzia, riesce ad entrare nelle carceri di Salerno e, per non far morire sotto tortura il suo amore, gli spara un colpo al cuore e pone fine alle sue sofferenze. La narrazione della storia avviene a mezzo Munaciello, personaggio fantastico della tradizione Napoletana che è l’Io narrante della vicenda . Lui tutto sa e tutto ricorda. Il Munaciello, si manifesta casualmente a uno strano personaggio, seduto al tavolo di un bar mentre beve e ascolta il Presidente Mattarella sui 160 anni della Repubblica e racconta i fatti di come è avvenuta… quell’Amara Unità d’Italia!

Condividi: