Fino al 31 marzo 2019, presso il Teatro Libero di Milano andrà in scena “Sognando la Kamchatka”, drammaturgia e regia Corrado Accordino, con Corrado Accordino, Massimiliano Loizzi, Marco Ripoldi.

Ringraziamo l’Ufficio Stampa del Teatro Binario 7 per averci segnalato

SOGNANDO LA KAMCHATKA – Teatro Libero di Milano
giovedì 21 marzo 2019 – ore 21:00
venerdì 22 marzo 2019 – ore 21:00
sabato 23 marzo 2019 – ore 21:00
domenica 24 marzo 2019 – ore 18:00
lunedì 25 marzo 2019 – ore 21:00
martedì 26 marzo 2019 – ore 21:00
mercoledì 27 marzo 2019 – ore 21:00
giovedì 28 marzo 2019 – ore 21:00
venerdì 29 marzo 2019 – ore 21:00
sabati 30 marzo 2019 – ore 21:00
domenica 31 marzo 2019 – ore 18:00

drammaturgia e regia
Corrado Accordino
con
Corrado Accordino
Massimiliano Loizzi
Marco Ripoldi
assistente alla regia
Valentina Paiano
scene e costumi
Maria Chiara Vitali
produzione
Compagnia Teatro Binario 7


La nuova commedia di Corrado Accordino nasce dalla collaborazione con Massimiliano Loizzi e Marco Ripoldi, volti del collettivo comico Il Terzo Segreto di Satira.
“Una visita fa sempre piacere, se non all’arrivo, quantomeno alla partenza”.
Questa è una storia che parla di amicizia. Non l’amicizia adolescenziale, tutta viscere e istinto e grandi promesse d’affetto, ma l’amicizia matura, quella per cui bisogna sopportare e comprendere. L’amico è un’àncora, una voce gentile, una spalla sicura, un consiglio premuroso. Ma non solo. È anche qualcuno che ci conosce bene, profondamente, e quando vuole ferire, sa dove e come colpire.
Al centro dello spettacolo il Risiko, l’occasione mensile per passare “una serata tra uomini”. Eccoci allora a casa di Filippo (Marco Ripoldi), autista di auto di lusso ancora perdutamente innamorato di Claudia, che lo ha lasciato quattro anni prima, con i suoi inseparabili amici Nicola (Massimiliano Loizzi), ex rivoluzionario cui la vita ha strappato sogni ma non solo, e Diego (Corrado Accordino), non più giovane attore sempre in gavetta.
Qualcosa da bere, un po’ di leggerezza e la partita a Risiko diventa il pretesto per dedicarsi un po’ di tempo, ma stavolta nell’aria c’è qualcosa di diverso. Forse è il terribile odore di incenso al sambuco, o di tartine al tonno, ma tra passato e ricordi, piccole invidie e frasi a metà, i tre amici arrivano inaspettatamente alla resa dei conti.
Uno spettacolo divertente, ironico e politicamente scorretto che parla di amicizia, vendette, amori, segreti, pensieri inconfessabili e parole da tacere.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.