→ Mercoledi 30 giugno e giovedi 1 luglio 2021, alle ore 21 presso lo Spazio Teatro No’hma di Milano due serate con The Rider and the Elephant (FB: @teatronohma – IG: @spazioteatronohma)

SPAZIO TEATRO NO’HMA

Milano

mercoledi 30 giugno0 e giovedi 1 luglio 2021

ore 21.00

The Rider and the Elephant 

Prenotazione aperta

Qual è la relazione tra domatore e l’elefante?

Tra il Superuomo di Nietzsche e l’umano?

Tra il maglione e il suo gomitolo di lana?

Tra il genitore e suo figlio?

Tra l’addestratore e l’animale addestrato o l’allievo?

La pièce The Rider and the Elephant, nasce dal pluripremiato libro dello psicologo Jonathan Haidt “L’ipotesi della felicità”. Un racconto di “storie temporalmente diverse” che alla fine si intrecceranno in uno scenario coerente. Il “cavaliere” e l’elefante sono una metafora per rappresentare l’incapacità della parte razionale della mente di domare o guidare quella irrazionale. Gli oggetti di scena hanno un significato simbolico: il gomitolo come il sé inconscio, da cui ognuno realizza il proprio “pullover” nella vita razionale e altri riferimenti come i peluche. “La felicità viene dal mezzo” ci dice Haidt, e non solo da noi. L’obiettivo umano è di tendere verso il superuomo, credendo di conquistare sé stessi e domare l’uomo-elefante.

Idea, drammaturgia, coreografie, scenografie, testi Maria Gorgia con Themis Andreoulaki Vasiliki, Makri Maria Anezaki, Martina Kosta, Pavlos Laoutaris assistente alle coreografie Maria Konstantopoulou testi:“Così parlò Zarathustra”di Friedrich Nietzsche musiche Stavros Apostolatos, Maria Gorgia luci e proiezioni Perikles Mathiellis assistente alla regia Miranda Vatikioti compagnia Amalgama Dance Company

Condividi: