→ Il 15 ottobre 2022 presso il Teatro Astra di Vicenza appuntamento con la Stelle (+5 anni) di Carlo Presotto e Silvano Antonelli, con Carlo Presotto.

Teatro Astra

Vicenza

15 ottobre 2022

STELLE

(+5 anni)

di Carlo Presotto Silvano Antonelli
con Carlo Presotto
in collaborazione con Matteo Cibic / visioni, Giacomo Presotto / suoni
piano luci Stefano Capasso
tecnico Leonardo Sebastiani

PRIMA NAZIONALE

Lo spettacolo è stato realizzato nell’ambito di una ricerca universitaria sui desideri dei bambini e dei ragazzi nel 2022, curata e promossa da IUSVE in collaborazione con Avis Veneto, che ha raccolto centinaia di questionari per leggere l’immaginario di futuro dopo due anni di pandemia.

Quali stelle del desiderio popolano il cielo dei nostri sogni?
La presentazione di un improbabile inventario delle stelle del cielo diventa il pretesto per liberare un racconto poetico, fatto di colori, gesti, suoni, immagini e parole, che gioca a dare forma a quei desideri che fin da quando siamo piccoli danno forma alla nostra vita.
Desideri gentili, che hanno a che fare con il tenero ed il tiepido, il morbido ed il gentile.
Desideri irruenti, che scalpitano per affermarsi, per prendere forma, per sentirsi forti, per farsi ammirare, per aiutare gli altri.
E poi il desiderio di comunicare con le piante e gli animali della terra, del cielo e del mare, farsi aiutare e prendersene cura.
I desideri del presente, di liberarsi dalle immagini e dai suoni di guerra e di pandemia, dalla violenza e dalle regole troppo strette, desiderio di tornare a giocare con gli adulti, di vederli sereni.
Ognuno di questi ed altri desideri danno forma ad una stella intorno alla quale ruotano pianeti diversi, mondi possibili di un firmamento dei sogni. Utopie da coltivare, come piccole piantine di un orto dei semplici, per prendersi cura del presente e tornare a dare voce al futuro. 

Carlo Presotto e Silvano Antonelli hanno in comune tanti anni di storia di teatro ragazzi, dall’animazione teatrale all’osservatorio dell’immaginario, fino ad oggi, lungo strade parallele in connessione tra loro. Con questo spettacolo vogliono dare spazio e voce ai desideri dei bambini di oggi, senza sottrarsi all’obbligo di confessare, almeno in parte, i loro di desideri.

> prima dello spettacolo, ore 15
Convegno Nuove stelle all’orizzonte

Carlo Presotto conversa con
Federica Zanetti 
– Università di Bologna, Silvano Antonelli – Osservatorio dell’Immaginario, Paola Rossi – attrice, regista La Piccionaia, Claudia Puzzovio – Università IUSVE Venezia, Laura Elia – Università IUSVE Venezia / AVIS Veneto, Alessia Anello – Università IUSVE Venezia, Pierangelo Bordignon – Università IUSVE Venezia

Rassegne al via a novembre, con le due prime nazionali de La Piccionaia fuori abbonamento il 15 e 16 ottobre “Stelle” e “Oltre qui”, rispettivamente di e con Carlo Presotto e Aurora Candelli, e l’incontro “Nuove stelle all’orizzonte”. Abbonamenti in vendita. Biglietti dal 2 novembre.

Il Teatro Astra riapre al pubblico più giovane puntando su relazioni e desideri dei ragazzi

Teatro d’attore, di figura e d’ombre, musicale, videoproiezioni, danza. Linguaggi innovativi, sperimentazione e attenzione alle nuove generazioni di artisti e spettatori nelle rassegne per famiglie e scuole, in una programmazione pensata anche con gli insegnanti.

(Vicenza, 12.10.2022) Al via a novembre le rassegne a misura dei giovani spettatori. Linguaggi innovativi, un dialogo diretto e costante con le nuove generazioni di pubblico e di artisti al Teatro Astra di Vicenza con due prime nazionali sabato 15 e domenica 16 ottobre aspettando l’apertura della stagione curata dal Centro di Produzione Teatrale La Piccionaia per il Comune di Vicenza con il sostegno del Ministero della cultura e della Regione del Veneto e la collaborazione tecnica di Nardi Out Door. Un cartellone avvolto nell’abbraccio che accoglie un paesaggio fatto di natura e misteri grazie all’illustrazione di Chiara Fantin, vincitrice del concorso /e.mò.ti.con/ illustra l’emozione 2022, scelta per rappresentare la 42esima edizione della rassegna Famiglie a Teatro: otto spettacoli in abbonamento e due extra in primavera, per  bambini e ragazzi dai 3 ai 14 anni, in scena la domenica pomeriggio dal  6 novembre al 26 marzo, scelti fra le proposte delle migliori compagnie di professionisti a livello nazionale. Fiabe contemporanee, viaggi avventurosi e teatro di figura si alternano fra narrazione, danza, tecnologie, comicità e teatro d’attore in un programma denso e diversificato.

La rassegna domenicale per le famiglie propone spettacoli di teatro d’attore, teatro di figura e d’ombre, teatro musicale, videoproiezioni, danza. Si parte il 6 novembre con Il più furbo di Teatro Gioco Vita, per proseguire poi il 20 novembre con Il bambino e la formica della compagnia Fontemaggiore e terminare l’anno il 4 dicembre con la proposta del Teatro delle apparizioni dal titolo Il tenace soldatino di piombo. Il 2023 porta in scena il 22 gennaio Solitarium del Teatrodistinto, il 5 febbraio Rumori nascosti del Teatro del buratto/Css, il 26 febbraio Il giro del mondo in 80 giorni di Fondazione Trg, il 12 marzo Pulcetta dal naso rosso di Kosmocomico Teatro e, infine, il 26 marzo Cartasìa di Biboteatro.

«”Famiglie a teatro” propone linguaggi teatrali e artistici diversi», commenta Nina Zanotelli, curatrice delle rassegne di La Piccionaia. «Le compagnie ospitate esprimono tutte un livello artistico alto e, da sempre, si caratterizzano per lo sguardo attento e una cultura teatrale di relazione con la comunità dei bambini e i loro genitori».

Due le prime nazionali prodotte da La Piccionaia in scena questo fine settimana, con l’evento d’apertura di stagione.  

Stelle, di Carlo Presotto e Silvano Antonelli, vede sul palco sabato 15 ottobre alle 17 l’attore del centro di produzione teatrale vicentino in collaborazione con le visioni di Matteo Cibic e la musica di Giacomo Presotto.

Realizzato nell’ambito di una ricerca universitaria sui desideri dei bambini e dei ragazzi nel 2022, curata e promossa da IUSVE in collaborazione con Avis Veneto, che ha raccolto centinaia di questionari per leggere l’immaginario di futuro dopo due anni di pandemia, lo spettacolo si compone delle stelle del desiderio che popolano il cielo dei sogni dei bambini di oggi attraverso la tecnica del “tele-racconto”, che prevede l’uso della telecamera collegata in diretta a una televisione o un videoproiettore. Il lavoro realizzato dai due professionisti, che hanno in comune tanti anni di storia di teatro ragazzi, dall’animazione teatrale all’osservatorio dell’immaginario, sarà preceduto alle 15 dall’incontro Nuove stelle all’orizzonte. Dopo i saluti istituzionali di Lucia Ferraro, IUSVE, e Cesare Meggiolaro, AVIS Veneto, Carlo Presotto condurrà tre conversazioni: “Un’attitudine d’ascolto” con Federica Zanetti, Università di Bologna, Silvano Antonelli, Osservatorio dell’Immaginario, Paola Rossi, La Piccionaia, e Claudia Puzzovio, IUSVE; “Un percorso ad ostacoli” con Laura Elia, IUSVE/AVIS Veneto, su la scelta di una modalità teatrale per incontrare i ragazzi: ridare voce ad una idea di futuro dopo due anni di DAD; “Le vie dei desideri” con Alessia Anello (IUSVE) e Pierangelo Bordignon (IUSVE) in una prima lettura dei risultati della ricerca.  In conclusione, saranno presentate le proposte de La Piccionaia dedicate alla Scuola.

Domenica 16 ottobre, appuntamento con lo spettacolo Oltre qui di e con Aurora CandelliLa Piccionaia, alle 10.30 per i bimbi dall’uno ai tre anni e alle 17 per quelli dai tre ai cinque anni. Una scena semplice, fatta di oggetti neutri con un solo personaggio che giocando con gli elementi presenti, scoprirà un mondo nuovo attraverso l’esperienza sensoriale. L’assenza o quasi di parole diventa l’esito di una scelta linguistica, poetica e universale: le immagini agite sono leggibili in tutte le lingue del mondo e sono comprensibili a chi non conosce ancora un alfabeto o presenta difficoltà linguistiche.

Un bambino che annaffia un cespuglio colorato su di una mano che accoglie. È l’illustrazione Cura di Tempesta Elettrica, anch’essa fra le vincitrici di /e.mò.ti.con/, scelta come immagine del programma Teatro Scuola. Con l’avvio dell’anno scolastico, riprende anche la programmazione mattutina dedicata agli studenti di ogni età (dall’infanzia alle superiori). Diciassette i titoli che si susseguono dall’8 novembre al 26 maggio, con una programmazione didattica costruita in rete con i docenti fatta di proposte e attività che ruotano attorno ad alcuni temi importanti: le emozioni nelle fasi di crescita, i diritti dei bambini, l’ambiente e le risorse, la multiculturalità, gli incontri con i momenti fondanti della storia contemporanea, il rispetto fra pari, le lingue e le letterature straniere.

«Nell’immaginare che forma potesse avere questa nuova edizione di Teatro Scuola – spiega Carlo Presotto, direttore artistico e presidente La Piccionaia – in noi hanno risuonato con forza due parole: coltivare relazioni. Le tante proposte riservate agli istituti sul territorio, infatti, rivelano come il teatro per la scuola si fonda sulla relazione con le nuove generazioni, ma parla alla società nel suo complesso, interrogandosi su quale futuro costruire insieme. In questi anni segnati da conflitti e crisi globali il teatro, arte dello stupore e della meraviglia, svela il suo ruolo necessario nella capacità di esprimere esperienze simboliche collettive, attraverso il coinvolgimento del corpo, dell’emozione e della riflessione, mettendo in gioco l’essere qui, ora, insieme».

Il calendario prevede per l’infanzia (con inizio spettacoli alle 10) mercoledì 30 novembre La notte dei regali di e con Gianni Franceschini/La Piccionaia, lunedì 5 dicembre Il tenace soldatino di piombo di Teatro delle apparizioni, lunedì 6 febbraio Rumori nascosti di Teatro del Buratto/CSS Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia e lunedì 13 e martedì 14 marzo (ore 9.30 e 11) Quadrotto, tondino e la luna di Fondazione TRG.

Per le primarie (con inizio spettacoli alle 9.30) lunedì 21 novembre Il bambino e la formica di Fontemaggiore, lunedì 23 gennaio Solitarium di Teatrodistinto, giovedì 2 febbraio Stelle di La Piccionaia, martedì 7 febbraio Sei stato tu! di La Piccionaia, martedì 7 marzo Comincia a correre di La Piccionaia, mercoledì 15 marzo Dire fare baciare lettera testamento di Teatro Koreja.

Per le secondarie di primo grado (con inizio spettacoli alle 9.30) martedì 24 gennaio Fino a quando la mia stella brillerà di Milk/La Piccionaia, venerdì 10 febbraio Sbum! Yes we cake di La Piccionaia e martedì 4 aprile Leone che striscia di Associazione Malerba.

Per le secondarie di secondo grado martedì 8 novembre (ore 9.30) Edgar Allan Poe: dream within a dream con Julio Escamilla (La Piccionaia), mercoledì 1 marzo (ore 9.30) Oliver Twist di Tnt Company, mercoledì 22 marzo A+A storia di una prima volta di CSS Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia e venerdì 26 maggio L’ultima estate. Falcone Borsellino trent’anni dopo di Claudio FavaKnk Teatro.

Teatro Astra – Vicenza

Contrà Barche, 53, 36100 Vicenza VI

Condividi: