Il Tavagnaccosubisce la prima sconfitta perdendo in casa 2 a 0 con la Lazio. (@UPCTavagnacco )


Arriva la prima sconfitta: le gialloblù si arrendono alla Lazio

Il Tavagnacco parte timoroso e paga la forza delle biancocelesti che chiudono la pratica nel primo tempo con l’uno-due firmato da Eriksen e Visentin.


Prima sconfitta in campionato per il Tavagnacco che si arrende a una Lazio superiore. Le biancocelesti chiudono la pratica nel primo tempo sfruttando un avvio timido delle padrone di casa e nella ripresa le capitoline amministrano la gara. Mister Recenti disegna la squadra con il solito 4-3-3 che diventa un 4-5-1 in fase di contenimento con Fischer e Magni che abbassano il loro raggio di azione sugli esterni.

Il primo pericolo per la porta friulana è su un corner al 5’ con il pallone che attraversa l’area senza che alcuna calciatrice laziale riesca a trovare la deviazione vincente. La rete arriva poco prima del quarto d’ora quando Taborda interviene sul pallone, ma l’arbitro ravvisa un calcio di punizione che non c’è. Sul traversone alto di Toniolo, Eriksen di testa disegna una traiettoria imprendibile per Marchetti: la sfera bacia il palo e si insacca: 0-1. La Lazio prende coraggio dopo la rete e va vicina al raddoppio su un’incursione di Visentin che serve all’indietro per la botta di Colombo che finisce sopra la traversa.  Il Tavagnacco, dopo aver superato l’ondata di entusiasmo ospite, squilla dalle parti di Guidi al 25’ con un tiro da fuori di Licco: palla alta. L’atteggiamento delle ragazze (oggi in maglia verde) è quello giusto, la squadra lotta su tutti i palloni e gioca compatta, tuttavia è un po’ timida e difetta nell’ultimo passaggio. L’avversario è forte e al minimo errore, punisce. Accade al 42’ quando una verticalizzazione di Chatzinikolaou trova in profondità Visentin che supera con un pallonetto mancino Marchetti in uscita incerta e raddoppia: 0-2, una punizione severa all’intervallo per le gialloblù.



Nella ripresa il Tavagnacco riesce a contenere meglio le avanzate capitoline, costringendo la Lazio al tiro dalla lunga distanza come con Castiello al 10’. Chi sa calciare bene verso la porta avversaria è Taborda, il suo destro potente mette in apprensione Guidi che allunga la traiettoria in angolo con un colpo di reni. Le friulane sono meno timorose rispetto alla prima frazione di gioco e riescono a tenere il baricentro più alto, senza però trovare la combinazione giusta. In una ripartenza biancoceleste condotta da Fulhendorff alla mezz’ora, Colombo vede Marchetti leggermente fuori dai pali, tenta il destro e coglie la traversa. La Lazio fallisce il tris su palla inattiva con Pitaccio che spedisce alto di testa da posizione favorevole a pochi minuti dal 90’. Dalla parte opposta è Moroso a non impattare al meglio su corner calciato da Licco. E’ l’ultimo sussulto di una sfida che la Lazio vince con merito.   

TAVAGNACCO-LAZIO 0-2
TAVAGNACCO
Marchetti, Donda, Taborda, Novelli S., Maroni, Novelli G. (14’ st Morleo), Licco, Demaio, Fischer, De Matteis (24’ st Iacuzzi), Magni (14’ st Moroso). Allenatore: Recenti.
A disposizione: Girardi, Rosolen, Dieude, Dimaggio, Castro Garcia, Ridolfi.
LAZIO
Guidi, Eriksen, Kakampouki, Chatzinikolaou (20’ st Fuhlendorff), Castiello (37’ Vivirito), Toniolo, Falloni, Colombo (37’ Musolino), Pittaccio, Proietti (25’ st Jansen), Visentin (25’ Pezzotti). Allenatore: Catini.
A disposizione: Natalucci, Khellas, Palombi, Groff.
Marcatori: 13’ Eriksen, 42’ Visentin.
Arbitro: Rodighiero (sezione Vicenza).
Note: Ammoniti: Recenti. Recupero: 2’ e 5’.

Condividi: