→ Riflettori puntati sul giovane regista di Fondi (Latina) Tony Annunziata che grazie al Cinema Sperimentale ha raccolto una messe di premi da far invidia. (IG: @sciarrakibi – IG: @sciarragiuseppe)

Tony Annunziata, quando il cinema sperimentale viene premiato. 

Tony Annunziata è un giovane regista di Fondi, un paesino in provincia di Latina che con uno stile del tutto personale e inconsueto realizza opere originali che spesso mettono in discussione la narrativa cinematografica imperante in Italia, attraverso una messa in scena archetipica e lynchana. Il regista laziale sto raccogliendo da tempo i frutti del suo lavoro facendo incetta di premi in giro per i festival nazionali e internazionali. 

Gli ultimi successi di Annunziata sono stati il premio per la miglior regia e il miglior film per ” A little Story” all’IndoAmerican International Festival Of World Cinema.  Il miglior montaggio al Vesuvius International Film Festival e il mio cortometraggio al The Milano Festival of Cinema.  Con un altro suo lavoro risalente a tre anni fa  ” Yes, We Beeh “, il giovane filmmaker ha vinto recentemente al Thessaloniki Free Short Festival per la miglior sceneggiatura.  

Un talento in ascesa quello di Annunziata che fa parte della squadra di Cinetika, la giovane casa di produzione di Stefano Tammaro e Andrea Natale la quale sta investendo su lavori autoriali di giovani registi, ottenendo lusinghieri risultati in giro per il mondo. Annunziata ha già realizzato un buon numero di opere e si sta confermando un interessante promessa per il cinema italiano. 

Sia ” A little Story” che ” Yes, We Beeh” hanno messo in luce le capacità artistiche e tecniche di Tony Annunziata, preannunciando futuri lavori che sicuramente non mancheranno di stupire e conquistare i festival cinematografici con uno stile unico molto internazionale.  

Condividi: