Dal 23 ottobre al 4 dicembre 2021 presso la Galleria d’arte FABER di Roma la mostra Vulnerabile di Giulia Speranza.

galleria d’arte FABER

GIULIA SPERNAZZA

Solo Exhibition

VULNERABILE

Opening Exhibition sabato23ottobre

ore 11.00 – 22.00

Sabato 23 ottobre la galleria d’arte FABER ospiterà la mostra VULNERABILEdi Giulia Spernazza.

Il titolo intende mettere in evidenza la parte più sensibile che è dentro ognuno di noi, la nostra “zona cieca”, un territorio che vale la pena perlustrare e osservare con estrema compassione.

Accoglierelenostreimperfezionitrasformandoledebolezzeinpuntidiforza.Rendersivulnerabili.Superarelepaureaccettandoilrischiodiessereferitinell’esporsisenzacorazze.

Lasciarecheleemozioniciattraversinoetrapelino,mostrarsiperciòchesiè,connettersi conglialtri.

Partendo dalla difficile osservazione delle parti buie celate nell’intimo, si assiste al loro progressivo scioglimento nel tentativo di intercettare la purezza che è in noi, al di là della forma e dell’impermanenza.

In tal senso la mostra si apre con la serie Nodi/Snodi, sviluppata nell’ultimo anno e influenzata inevitabilmente dalla complessa situazione che in parte stiamo ancora vivendo. Il nodo come simbolo di ciò che non è stato risolto e che nel periodo di solitudine trascorso è emerso dalla sensibilità dell’artista. Le prime opere appaiono proprio per questo statiche, sospese nel tempo e nello spazio, soggette alla forza di gravità in modo drammatico. Proseguendo si assiste a un lento districamento, ogni singolo lavoro è al tempo stesso l’istantanea di una condizione interiore e la testimonianza di un processo in divenire.

Si tende a una crescente leggerezza, a una materia sempre più trasparente, quasi impercettibile al fine di trascenderla. Questo progressivo processo di ascesa è percepibile nel cambiamento del materiale che passa dal tessuto alla carta e nel corrispettivo mutamento cromatico dal grigio scuro all’ocra.

Nella parte finale dell’esposizione l’atmosfera assume sfumature vivide, quasi liquide, le opere appaiono più essenziali, lo spazio inizia a dilatarsi; la carta emerge dalla paraffina, prevalgono trasparenze, bianchi e toni delicati.

VULNERABILE. Arte come espressione di una ricerca introspettiva che indaga le profondità dell’io, invitando l’osservatore a entrare in contatto con le proprie fragilità e, con coraggio, manifestarle.

La mostra sarà visitabile nel rispetto delle normative sanitarie vigenti.

A cura di Cristian Porretta

dal 23 ottobre al 4 dicembre 2021

martedì-sabato 10:00-19:00 domenica su appuntamento

galleria d’arte FABER

via dei Banchi Vecchi 31, 00186 Roma |tel0668808624 galleriadartefaber.com|info@galleriadartefaber.com

Condividi: